Liddi scatenato, ora è da Tripla Corona

Il sanremese leader in fuoricampo (19), punti battuti a casa (66) e valide (99), secondo per media battuta (.346) e punti segnati (63) dopo 71 gare – Maestri in doppio A con 41 K, debutto per Panerati, Pizziconi e Lucati

Sulla scia dell'entusiasmo per la storica convocazione alla All-Star Future Game del 12 luglio al Busch Stadium di St. Louis (è tra i 25 membri del roster del Resto del Mondo) e per la disputa della All Star Game del singolo A avanzato con la casacca della California League, Alex Liddi continua a sorprendere tutti con prestazioni formidabili e statistiche da capogiro.
Il terza base di Sanremo non solo è diventato un autentico trascinatore degli High-Desert Mavericks (squadra affiliata ai Seattle Mariners prima in classifica nella Cal League South) ma ormai giganteggia in diverse graduatorie ed è in corsa per la Tripla Corona: primo in fuoricampo (19), punti battuti a casa (66) e valide (99), secondo per media battuta (.346), slugging (.647), punti segnati (63) e terzo per doppi (23) dopo solo 71 partite giocate. Il che, in prospettiva, visto che mancano 78 incontri, lascia davvero ben pensare per Alex. Chissà se i Mariners lassù…
Intanto, nel weekend, Liddi si è particolarmente scatenato: sabato notte nella sfida vinta contro Bakersfield (Giants) ha chiuso a 3/4 con 2 fuoricampo e 5 punti battuti a casa, mentre la notte scorsa contro i Lake Elsinore Storm (Padres) è stato autore di due valide di cui un doppio e 2 punti segnati.
E proprio quella di ieri sera tra Mavericks e Storm è stata una gara da record per la California League. A partite dal risultato, 33-18 per gli Storm, 51 punti segnati in due, nuovo primato di lega. Per non parlare delle 32 valide di Lake Elsinore e delle 4 ore e 10 minuti di durata del match. Oltre il nostro Liddi, in evidenza anche James McOwen che ha allungato la sua "hitting streak" a 36 valide, anche questo nuovo record per la California League.
In Doppio A, con i Tennesse Smokies, Alex Maestri ha collezionato finora una vittoria ed una sconfitta, 3.23 di media pgl in 47.1 riprese lanciate con 41 strike-out. Il romagnolo è alla sua quarta stagione da pro: nel 2006 con i Boise Hawks nella Northwest League (Short-Season del singolo A) finì a 4-3 con 3.80 di media pgl.
Altri prospetti italiani pian piano stanno iniziando le attività agonistiche nelle varie rookie league: il 19enne grossetano Luca Panerati ha debuttato giovedì con i Billings Mustangs (affiliati Reds) nella Pioneer League, ma non è andata affatto bene (in 3 riprese, 7 valide e 5 pgl). Lo stesso giorno anche un altro lanciatore nostrano, Matteo Pizziconi, ha debuttato nella Gulf Coast League sempre con i Cincinnati Reds, mentre sono al momento due le apparizioni sul mound per il trevigiano Andrea Lucati con gli Astros nella Gulf Coast League.

Informazioni su Filippo Fantasia 664 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.