Interleague al via con gli Yankees in gran recupero

I Bronx Bombers di rifanno sotto ai Blue Jays di Gaston grazie ad una striscia di 9 successi contro Orioles e Twins – Nella National League continuano a correre Dodgers e Brewers

Nella settimana che precede le prime sfide di interleague, i New York Yankees tornano in corsa per la conquista della East Division della AMERICAN LEAGUE. Le nove vittorie consecutive, che consentono di realizzare due sweep casalinghi contro Baltimore e Minnesota oltre che vincere 2-1 la serie esterna a Toronto, riportano i Bronx Bombers a una partita e mezza di distanza dagli stessi Blue Jays che in 10 partite raccolgono appena 4 vittorie, tutte nella maxi-serie da 4 contro i White Sox. Per i canadesi, dopo un inizio stagione stellare è arrivato il momento di tirare il fiato e l'andamento di questi ultimi giorni è da leggere in questo senso. Sfortuna ha voluto che il periodo negativo coincidesse con gli scontri con i diretti rivali della East come appunto gli Yankees ed i Red Sox che hanno rifilato un cappotto ai ragazzi giudati da Cito Gaston. A proposito di Boston, che oramai è a solo 0.5 da Toronto, da segnalare la fine del lungo digiuno di fuoricampo per David Ortiz. Mercoledì scorso "Big Papi" ha realizzato il primo home-run della stagione, cosa davvero insolita per lui, abituato a grandi numeri. Ortiz non scende sotto i 20 fuoricampo a stagione dal lontano 2001 ed è a soli 9 home-run dall'ambito "Club dei 300" (è a quota 291). Con un Joe Mauer in forma strepitosa i Minnesota Twins rifilano un pesante 20-1 ai White Sox nella trasferta di Chicago. Con Bartolo Colon sul monte di lancio, Mauer si regala un doppio che produce 2 punti prima di colpire il rilievo Gobble con un grande slam che porta a 6 il totale dei punti battuti a casa per il designato di Minnesota. Per i Twins, che finora in trasferta non avevano certo brillato (5-14 il record lontano da casa), quella di rifilare tanti punti ai "South Siders" è una lieta consuetudine. Questa è la tredicesima volta nella storia della franchigia che in una partita si arrivi a 20 o più punti, l'ultima volta accadde il 6 luglio 2007 ancora al Cellual Field ed ancora con Mauer: in quella gara giocava come catcher, sugli scudi con 5 punti battuti a casa. Nella Central Division della AL è ancora Detroit a farla da padrone e le 7 vittorie consecutive racimolate fino ad oggi ne sono ampia dimostrazione. Gli sweep interni inflitti ad Oakland e, soprattutto a Texas, in concomitanza con le tre sconfitte consecutive di Kansas City consentono ai Tigers di allungare a +4 sui Royals che restano comunque secondi in classifica. A proposito di Rangers da segnalare che il roster di Ron Washington continua a viaggiare a buoni ritmi: il cappotto subito a Detroit rappresentano le uniche 3 sconfitte nelle ultime 10 gare, nelle quali si è tolto lo sfizio di infliggere a sua volta sweep ai Mariners ed agli Angels. Anaheim resta comunque l'unica rivale accreditata nella lotta alla West Division.

Nella NATIONAL LEAGUE continua la cavalcata dei Milwaukee Brewers e dei Los Angeles Dodgers che, con un ruolino rispettivamente di 8-2 e 7-3 nelle ultime 10 gare, stanno facendo il vuoto dietro di loro nelle due Division. Nella Central i Brewers sembrano aver trovato la quadratura giusta del cerchio e, dopo un primo mese in cui Ken Macha ed il suo nuovo roster hanno fatto conoscenza, stanno imponendo la loro presenza nel girone. Milwaukee ha spazzato via in questo mese i Cubs (2-1), i Cardinals (3-0), i Marlins (3-0) e gli Astros (2-1) per un parziale di 10-2 nelle ultime due settimane. Nella West Division sempre più solitaria appare la fuga di Los Angeles visto che, nonostante le 7 vittorie consecutive di San Diego, il distacco tra Padres, secondo in classifica, e Dodgers parla ancora di 8.5 lunghezze. Molto più equilibrata la East Division con Philadelphia Phillies, New York Mets ed Atlanta Braves nello spazio di 2.5 partite.

Informazioni su Andrea Tolla 532 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.