L'FDS Verona all'esame dei Rangers Redipuglia

La formazione giuliana, pur combattiva ma attualmente all'ultimo posto nel girone A della serie A2, di scena al Gavagnin contro gli scaligeri che vogliono punti per poter tornare in alto

L'FDS Verona torna tra le mura amiche del diamante di via Montorio per affrontare (sabato ore 15.30 e 20.30) i Rangers di Redipuglia, retrocessi lo scorso anno dalla IBL e che occupa attualmente, pur lottando sempre fino in fondo, l'ultimo posto nella classifica del girone A della A2.
Dopo l'importante pareggio ottenuto in trasferta a Sala Baganza, l'FDS Verona scenderà dunque sul campo amico per affrontare il nove giuliano guidato da Pantoja: un mix di giovani promesse, provenienti soprattutto dalle formazioni del Buttrio e del Ronchi dei Legionari, assieme a giocatori esperti che l'anno scorso hanno partecipato al massimo campionato. I Rangers si presentano all'appuntamento reduci dalla doppia sconfitta subita in casa contro la capolista Paternò, ma in entrambi gli incontri Redipuglia ha dimostrato di non meritare l'ultimo posto in classifica: la supremazia siciliana è stata infatti contenuta in entrambe le sfide (7-9 in gara1 e 3-7 in gara-2).
In casa veronese, recuperato lo scorso fine settimana l'esterno Lucas Montalbetti, restano ancora fuori Marco Mondo e Andrea Modesti. "Questo è uno degli incontri più importanti del girone d'andata, un'occasione da sfruttare visto che dopo due fine settimana consecutivi facciamo ritorno a Verona – è il commento del manager scaligero Andres Cuesta – Serve un risultato positivo per il morale e per la classifica, giocare senza due esterni titolari su tre non è facile, ma tutta la squadra si sta dimostrando per quello che realmente è: un gruppo molto unito dai giovani provenienti dal vivaio ai rinforzi d'oltreoceano".

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.