I Warriors superano anche l’ostacolo Codogno

Ancora due gare intense e due successi per il Catania Warriors Paternò davanti a circa 500 spettatori: in gara-1, siciliani in affanno fino al 7° quando ribaltano il risultato, in gara-2 pareggio al nono e sorpasso al decimo con Soraci

È stata grande festa sugli spalti del Warriors Field con circa 500 spettatori giunti da tutta la Sicilia per partecipare al debutto casalingo del Catania Warriors Paternò (le prime gare interne contro il Verona previste per il giorno di Pasqua erano state rinviate per impraticabilità del campo). E' la soddisfazione è stata ancor maggior visto che gli etnei hanno allungato la striscia vincente con altre 2 vittorie che consolidano il primato solitario nel girone A della Serie A2. In gara-1 i nero arancio si impongono 6-3, con Mario Pesce vero match-winner che con una valida permette di segnare due punti decisivi per la vittoria finale. Il Catania Warriors Paternò si ripete poi anche in gara-2 centrando la vittoria agli extra-inning con il risultato di 3-2.
Nella pomeridiana di sabato, il Catania non può schierare dall'inizio il lanciatore Franklyn Torres, fermato da un problema al fianco, e sul monte di lancio sale D'Ignoti che subisce un punto ma resiste fino al quarto inning quando Falcone decide con basi piene e due eliminati di inserire Salvatore Sciacca. E' lo stesso Torres a stringere i denti ed a subentrare sul monte al sesto inning sul 3-1 per il Codogno per concludere il match. I nero-arancio tengono i tifosi con il fiato sospeso fino al settimo inning quando infilano 5 punti in un solo colpo e ipotecano la vittoria finale. Il Catania si era portata in avanti al primo inning con Sosa che entra a punto grazie ad un errore dell'esterno destro dei bianco-blu. All'inizio del quarto gli ospiti centrano il momentaneo pareggio con una valida dell'interbase Langone. È al sesto inning che il Catania Warriors Paternò concede qualcosa di troppo al Codogno che ne approfitta per realizzare 2 punti con Coromato e ancora Langone. È il momento di Franklyn Torres che va sul monte di lancio e da allora sarà vita dura per i battitori avversari. Nel successivo inning il Catania Warriors Paternò non ci sta a perdere e realizza 5 punti decisivi.
Nella mattutina della domenica, grande equilibrio nei primi cinque inning. Si deve attendere il sesto inning per vedere il primo punto, targato Codogno grazie ad un doppio all'eterno centro di Langone. Alla fine del settimo, cambio interno per il Codogno che sostituisce il lanciatore con il DH Langone. Nono inning decisivo per il Catania Warriors Paternò che in svantaggio di un punto non vuole assolutamente perdere. E' l'ultima chance per gli uomini di Falcone: Aluffi batte valido e arriva in prima, sacrificio di Astuto raggiunge la prima su errore del prima base (sostituito da Soraci come pinch-runner che in settimana ha compiuto ventitré anni e che festeggerà alla fine da protagonista) mentre Aluffi corre in terza. Piovan è eliminato al volo dall'esterno sinistro, ma l'obbiettivo pareggio è centrato con Aluffi che agguanta l'1-1.
Si va agli extra-inning. Tanti cambi interni per i Warriors: Piovan a lanciare, Pesce va a ricoprire il ruolo di esterno destro, Savasta in terza, Privitera in seconda, Sforza interbase, esterno sinistro Soraci. Al decimo Codogno di nuovo in vantaggio (2-1) con un punto grazie ad una valida di Marenghi. Le ultime fasi di gara sono concitate. Il Catania Warriors Paternò arriva in prima grazie ad una base su ball con Pesce che poi raggiunge la seconda grazie al sacrificio di Savasta. Privitera avanza in prima perché colpito dal lanciatore. Aluffi è strike-out ma Soraci tocca bene e sfruttando un errore dell'esterno centro manda a punto prima Privitera e poi Pesce per i 2 punti che chiudono la gara sul definitivo 3-2. E' festa sul diamante del Warriors Field. L'abbraccio è per Soraci in terza base.
"L'obbiettivo era di vincerle entrambe e ci siamo riusciti – ha dichiarato il Presidente del Catania Warriors Paternò Antonio Consiglio – Sono state due partite molto difficili contro un Codogno che sulla carta era ultima in classifica, ma che sul diamante non ha assolutamente dimostrato di meritare questa posizione. Sabato c'è stata una bella lotta sul monte, i loro lanciatori si sono ben disimpegnanti così come i nostri, e solo uno straordinario settimo inning da parte nostra ci ha permesso di portare a casa la vittoria. La gara di domenica ha riproposto una bella sfida sul monte di lancio tra Soto ed il nostro strepitoso Quintero, una partita tiratissima che è arrivata agli extra inning dove una buona dose di fortuna ci ha assistito per portare a casa la vittoria".
"Sono molto felice della mia prestazione, ma lo sono ancor di più per le due vittorie della squadra – ha spiegato al termine di gara-2 l'esterno destro del Catania Warriors Paternò, Angelo Soraci – Quando Falcone mi ha chiamato per sostituire Simone (Astuto) mi sono subito sentito pronto perché sabato avevo già giocato toccando bene in battuta. Peccato per lui, speriamo non sia nulla di grave. Al mio primo turno in battuta mi sono trovato in una situazione decisiva con due uomini in base e due out: ho sfruttato la curva al primo lancio battendola subito forte, poi la fortuna ha fatto il resto. Anche questo fine settimana abbiamo visto che siamo ancora un po' in ritardo di preparazione in battuta, però ci sono i lanciatori che ci sostengono tantissimo. Quintero ha lanciato una partita quasi perfetta e Piovan ha chiuso egregiamente, peccato per quella valida fortunosa che ha fatto entrare il punto del momentaneo vantaggio per il Codogno, però alla fine tutto è bene quel che finisce bene".
Vittoria anche per la squadra di C1, il Catania Red Sox Paternò, impegnata invece nella seconda giornata di campionato del girone N in trasferta contro la Polisportiva Alì Terme. I ragazzi allenati da Rene Rojas hanno conquistato una larga vittoria al settimo inning per manifesta superiorità con il punteggio di 15-1. Lanciatore partente Alessandro Quattrocchi. Sul monte anche i fratelli Montalto, Andrea e Alessio. "È stato per noi un fine settimana molto felice dove abbiamo fatto l'en plein. Era molto importante che anche noi facessimo bene – ha detto Antonio Consiglio – Dobbiamo continuare sulla strada intrapresa proprio in questo week end". "Siamo molto contenti per la prima vittoria in campionato – ha spiegato Andrea Montalto, lanciatore del Catania Red Sox Paternò, che l'anno scorso ha disputato il campionato di Serie B con il Catania Baseball Project – È stata una gara che si è subito dimostrata alla nostra portata. Adesso speriamo di continuare così".

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.