FDS Verona, una trasferta da dimenticare

Oltre ad aver perso di misura entrambe le sfide giocate a Bollate, due gravi infortuni per gli scaligeri Marco Mondo e Andrea Modesti – "Peggio di così non poteva andare" commenta il manager Andres Cuesta

"Peggio di così non poteva andare" si sfoga così il manager cubano della FDS Verona, Andres Garcia Cuesta. Come dargli torto, Verona torna dalla trasferta lombarda leccandosi le ferite anche a causa di due gravi infortuni capitati agli esterni titolari Marco Mondo e Andrea Modesti. L'unica consolazione per la formazione scaligera, neo-promossa in A2, è la consapevolezza di potersela giocare ad armi pari con tutti, anche con le "teste di serie" del girone A.

LA CRONACA – La partita del pomeriggio inizia con un punto segnato subito dal Verona, ma già al cambio di campo l'esterno centro Marco Mondo si procura la frattura della rotula del ginocchio sinistro in uno scontro con Andrea Modesti ed è costretto ad abbandonare il campo sostituito dal giovane Davide Bertagna. Due errori difensivi permettono quindi al Bollate di passare in vantaggio 2-1. Al quinto attacco buona opportunità per il Verona con un corridore in terza base e un eliminato, ma la sfortuna si mette di traverso e una bella battuta lungo la linea di foul viene presa al volo dalla difesa lombarda che chiude con un doppio gioco difensivo. Bollate segna quindi un punto nella parte bassa del quinto per il momentaneo 3-1. Le mazze di entrambe le formazioni faticano contro i lanciatori, veri protagonisti dell'incontro. Al nono attacco Verona, con due out, segna un punto grazie ad una grande battuta di Diego Benetti che per pochi centimetri non oltrepassa, colpendola, la rete di recinzione: un fuoricampo che avrebbe permesso di pareggiare la sfida. Risultato finale: 3-2 per Bollate.

La gara della sera vede ancora una volta Verona passare in vantaggio già al primo: valida di Fabio Battaglini che poi ruba e su errore difensivo raggiunge casa base. Non è proprio giornata per gli scaligeri che devono fare i conti ancora con un infortunio che costringe anche il secondo esterno titolare Andrea Modesti a lasciare il campo. Per lui costola fratturata in un altro scontro, sostituito dal giovanissimo Giuseppe Calò. Al terzo attacco grande occasione per Verona, ma con basi piene tutto sfuma. Il Bollate non molla e al quarto passa in vantaggio complice un errore veronese: 2-1 il parziale a metà gara. Al quinto ancora situazione di basi piene per i veronesi che non capitalizzano. C'è tempo per un altro brivido al nono attacco FDS quando Fabio Battaglini piazza un doppio ma gli eliminati sono due e il designato Pedro Zucchet rimane al piatto. Finale 2-1 per Bollate. Da segnalare le buone prestazioni sul monte dei lancitori veronesi, unica nota positiva del fine settimana con il complete game di Pietro Briggi in gara-1 con ben 8 strike-out, 2 basi e 5 valide concesse.

Informazioni su Marco Micheli 86 Articoli
Nato nel 1980, metà trentino e metà vicentino (ma veronese d'adozione), vive e lavora a Milano dove si occupa della comunicazione nel Sud-Europa per Boston Consulting Group (BCG), la multinazionale della consulenza aziendale. Grande appassionato di tutto ciò che è USA, dallo sport ai "dunkin' donuts", dai grattacieli della East Cost alle spiagge assolate della West. Marco scopre il baseball all´età di 10 anni quando, complice un regalo della madre insegnante, inizia a calpestare lo storico diamante della Polisportiva Praissola sotto la guida del "mitico" Bissa. Gli anni dell´università lo allontanano dalla terra rossa, prima a Feltre e poi a Milano. Ma è con il conseguimento della laurea in Relazioni Pubbliche allo IULM di Milano e il conseguente viaggio-premio a Boston che si ritrova e decide di curare la comunicazione dei Dynos Verona. Due anni favolosi, densi di soddisfazioni e ricordi indimenticabili, impegnato nella promozione del sodalizio scaligero sulla stampa locale e sportiva. Per Baseball.it scrive del "batti e corri" giocato nella sua terra, il Nord-Est, ma non disdegna di "intrufolarsi" anche in questioni a carattere nazionale e internazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.