USA, vittoria con brivido

Jeter e compagni battono 6-5 i padroni di casa nella partita d'apertura della pool C – Joey Votto, beniamino di Toronto, migliore del Canada (4 su 5), Jeter e Victorino guidano il line-up americano (2 su 3 e 2 su 4)

Sfottò, fischi e altro ancora. Certo l'accoglienza per i campioni americani non è il massimo, ma Jeter e compagni non si lasciano certo intimorire anche se di fronte c'è un esercito di canadesi (42.314) che tifano contro. Inizia così Canada-USA, una sfida che va ben oltre il puro aspetto agonistico. Con La Sorda che lancia la prima pallina e saluta il Rogers Center, con i padroni di casa che non intendono sfigurare nella prima uscita al Classic 2009, con gli americani che hanno attrezzato la miglior formazione possibile per poter ambire a quel titolo mancato tre anni fa.
L'orgoglio canadese e la voglia di surclassare i "cugini" americani mettono le ali agli uomini di Ernie Whitt che spingono da dannati soprattutto nei primi inning. Tremano un po' le gambe a Jake Peavy che, dopo aver regalato la base a Russell Martin, subisce il singolo di Joey Votto (sarà il migliore dei canadesi, 4 su 5). Il punto, in avvio di gara, è dietro l'angolo: rimbalzante di Morneau e Martin va per l'1-0.
Non tarda ad arrivare il punto del pareggio USA. Mike Johnson, miglior lanciatore nel 2008 della Chinese Professional Baseball League, concede una base a Youkilis ed è proprio il prima base americano che segna al secondo l'1-1 su sacrificio di McCann.
Joey Votto, che quest'anno giocherà la sua terza stagione in Major, con un out schianta la pallina all'esterno centro. E' il terzo ed il Canada è ancora avanti (2-1). Da lì in avanti la squadra di Davey Johnson non si lascerà più superare, pur rischiando parecchio in diverse occasioni.
Sedeva tranquillo nel dug-out prima della partita il manager Davey Johnson che dopo i giochi di Pechino guida gli USA anche al Classic 2009. I tre punti dei suoi al quarto lo rincuorono dopo qualche apprensione iniziale: homer di Youkilis, base ad Adam Dunn base e altro botta poderosa di Brian McCann (miglior catcher di tutta la Major per numero di fuoricampo). 4-2.
Cerca di riavvicinarsi il Canada con Jason Bay raccoglie 4 ball al sesto e segna su lancio pazzo di Hanharan, ribattono prontamente gli USA con l'ennesimo fuoricampo. Stavolta è Adam Dunn a portare a casa Youkilis e sé stesso.
Così come nella fase iniziale della partita, il Canada ritrova un po' di verve negli ultimi tre attacchi: al settimo arriva l'homerun di Russel Martin, al nono ancora Martin (doppio al centro), ancora una valida da 2 basi dell'incontenibile Votto, osannato dai tifosi visto che è nato proprio a Toronto. Segna Martin, è il 6-5. Pubblico in delirio. Jason Bay potrebbe riaprire la partita: il punto del potenziale pari è in seconda. Ma non accade nulla. L'ultima immagine del match è l'abbraccio tra Putz e McCann. Vincono gli USA (7 i lanciatori schierati) che adesso attendono di conoscere il nome della prossima avversaria. Italia o Venezuela, dipenderà dall'esito del secondo, atteso match previsto oggi allo Sky Dome.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.