A Godo arriva l'ex-Yankee Felix Escalona

Il venezuelano, che due anni rifiutò Grosseto per andare in Messico, verrò schierato principalmente come interbase – Quattro stagioni in Major con New York e Tampa Bay, debutto a 23 anni

Ci voleva un giocatore dal curriculum importante per colmare il vuoto lasciato dal pur forte americano Shaun Skrehot, così il Godo ha ingaggiato l'interbase venezuelano Felix Eduardo Escalona che nel 2007 fu in procinto di giocare a Grosseto ma che preferì, a poche settimane dal via, di andare in Messico.
Potrà essere utilizzato dal manager Zoli principalmente come shortstop, anche se le sue caratteristiche di utility gli permetteranno di ricoprire eventualmente anche il ruolo di terza e seconda base. "E' un giocatore di grande esperienza" ha detto annunciando l'acquisto il Team Manager, Gigi Mignola – "Nell'ultima stagione a Ottawa è stato utilizzato anche come designato, a riprova della sua potenza nel box, e le medie difensive avvalorate dai giudizi degli scout lo confermano come un ottimo guanto".
Nato a a Puerto Cabello (stato di Carabobo – Venezuela) il 12 marzo 1979, Felix Eduardo Escalona inizia la sua carriera da pro nell'organizzazione degli Houston Astros nel 1995.
L'anno successivo esordisce come terza e seconda base nella Rookie League per poi approdare in singolo A nel corso del 1997 con il Kissimmee (Florida State League) con cui inizia anche il 1998 prima di essere ingaggiato da Auburn.
Per tutta la stagione 1999, Escalona gioca in singolo A con Michigan (Midwest League) per poi tornare al Kissimmee nel corso del 2000: ed è proprio in questo periodo che trova la sua collocazione ideale in dimanate come interbase, pur utilizzato anche come terza e seconda base.
Nel 2001 è a Lexington, ma è nell'anno successivo, a 23 anni, che arriva il suo debutto in Major League con i Tampa Bay Devil Rays (il 4 aprile contro Detroit) con cui gioca 59 partite ottenendo .217 di media battuta e commettendo 11 errori in 393.1 riprese giocate. Veste la casacca numero 5, il suo ingaggio è di 200mila dollari.
Nel 2003, si divide fra AA e AAA con le squadre di Orlando, Bowie e Ottawa (queste ultime affiliate agli Orioles), ma riesce a disputare una decina di match anche in Major sempre con la franchigia dei Devil Rays.
Nel 2004 il grande salto agli Yankees dopo un ottimo torneo a Columbus in AAA (130 partite e 308 di media battuta). Con i "Bronx Bombers" gioca 5 gare sul fine della stagione ma è solo l'inizio di un'avventura come vice di Derek Jeter che prosegue nel 2005 con altre 10 gare (0 errori nelle due esperienze a New York), poi tanto triplo A a Columbus.
L'anno dopo, sempre in casacca "pinstripes", si divide ancora tra il AAA di Columbus ed il AA di Trenton. Nel 2008 ha giocato negli Ottawa Rapids, nella lega indipendente Can-Am, totalizzando in 27 partite una media battuta di .330, con 3 doppi, 2 fuoricampo e 13 punti battuti a casa.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.