Venezuela, che lotta tra Caracas, La Guaira e Aragua

Fenomenale Ugueto (Danesi Nettuno): entra al nono inning con un out come pinch-hitter sul 4-4 e batte il solo-homer che regala la vittoria ai Cardenales de Lara sui Leones di Caracas

C'è un terzetto al comando del "Round-robin" di semifinale della Venezuelan League dopo 13 partite disputate nella post-season. L'equilibrio regna sovrano, con i Tiburones de La Guaira, la squadra più in forma del momento, che nelle gare di sabato, hanno fallito l'occasione per allungare in classifica facendosi battere dai campioni uscenti di Aragua.
E sabato notte si sono rilanciati anche i Leones di Caracas, vincenti sui Cardenales de Lara che hanno avuto dal braccio di Giovanni Carrara solo 3 inning nella sua quarta partenza in post-season. Dunque Caracas, La Guaira e Aragua guidano con sette vinte e sei perse, ad una partita di differenza c'è Lara, a -2 l'Aguilas de Zulia.
Se, vista la regular season, i Leones di Caracas sembravano destinati a dominare la lega venezuelana, ora non è più così: sono proprio i numeri a confermare che, nel girone di semifinale, può ancora succedere di tutto. I Leoni non sono più gli stessi di qualche settimana fa ed il calo è evidente soprattutto nel box di battuta dove Guzman (eletto MVP della Lega) e compagni sono scesi a .273 di media.
In post-season sono stati superati da La Guaira, leader con .287 di media, e dai Cardenales de Lara con .284 dove spicca Jimenez miglior battitore delle semifinali con un brillante .429 e 13 punti prodotti. Se alle statistiche di Jimenez aggiungiamo i 4 homerun del solito Roberto Perez, si capisce come la squadra di Carrara si tiene in corsa proprio grazie all'attacco. Il suo monte di lancio infatti è il peggiore delle 5 pretendenti alla serie di finale: il solo cubano Vladimir Nunez, con le sue due vittorie su 3 partenze, riesce ad essere decisivo. Da segnalare nei Cardenales la giornata di gloria di Luis Ugueto (interbase della Danesi Nettuno nella stagione 2008) nella partita contro i Leones. Schierato pinch-hitter al nono inning sul 4-4 con un eliminato, al posto dello Yankees Francisco Cervelli, ha battuto un solo-homer firmando la vittoria della squadra di Lara.
Difficile a questo punto fare pronostici, certo La Guaira si è inserita prepotentemente tra le candidate alla finalissima, trascinata da Danny Sandoval ed Oscar Salazar, la terribile cerniera difensiva che sta facendo faville nel box di battuta. I Tigres de Aragua hanno avuto una evidente flessione nel box e sul monte di lancio hanno pagato un inizio di play-off un po' incerto di Horacio Estrada. Il lanciatore del San Marino è salito 3 volte in pedana da partente nel corso del "Round-robin" di semifinale, risultando vincente solo contro l'Aguilas de Zulia, poi una sconfitta ed una no-decision. Se Aragua vorrà avere la possibilità di difendere il suo titolo, conquistato lo scorso anno, dovrà avere necessariamente l'Estrada visto in regular season.

Avatar
Informazioni su Giovanni Colantuono 80 Articoli
Nato a Nettuno nell'aprile del 1969, Giovanni Colantuono vive nella cittadina del litorale tirrenico insieme alla moglie Clara e ai suoi due figli: Christian, il più grande, gioca nelle giovanili del Nettuno, mentre Sabrina, la più piccola, è appassionata di danza ma segue anche lei assiduamente le partite in diamante. Da sempre appassionato di baseball, inizia la sua carriera giornalistica nell'emittenza televisiva privata. E' stato curatore e conduttore di "Casabase", un settimanale dedicato al massimo campionato di baseball andato in onda tra il 1991 ed il 1995, periodo in cui collabora anche con il settimanale locale "Il Granchio" ed il quotidiano "Il Tempo". Con la testata romana ha collaborato per diversi anni essendone anche inviato alla Coppa dei Campioni nel 1991 a Parigi e nel 1992 a Rotterdam. Per GTV, emittente locale della provincia di Roma, ha curato e condotto numerosi programmi sportivi come "Il Nostro Sport" che trattava di discipline come rugby, pallanuoto, volley e pallacanestro, "Dimensione Sport Giovani" che si occupava dei settori giovanili delle numerose società sportive della provincia di Roma. E' stato inoltre radiocronista di Idea Radio Nettuno con cui ha raccontato gli scudetti vinti dal Nettuno negli anni '90. Il giornalismo è sempre stata la sua grande passione che ha appagato con le numerose collaborazioni con testate nazionali e locali, ritagliando spazi di tempo dal suo lavoro in una multinazionale americana. Autore di due film dedicati a due importanti successi: "Parigi, il Nettuno sul trono d'Europa" dedicato alla conquista della terza Coppa dei Campioni del Nettuno e "Italia campione d'Europa a Nettuno" dedicato alla vittoria degli Europei della Nazionale di Silvano Ambrosioni nel '91 allo Steno Borghese di Nettuno. Hobby preferiti la lettura ed... i videogiochi sul baseball, naturalmente. Dal 2008 è addetto stampa del Nettuno BC: "Curare l'ufficio stampa di una società così gloriosa è per me motivo di grande onore, soprattutto perchè per un nettunese - ricorda Colantuono - il Nettuno BC è una cosa che ti scorre nelle vene".

Commenta per primo

Lascia un commento