Franchigia bolognese, avanti tutta

Dopo la promozione in A2, il Castenaso e Bologna proseguono intensamente nella collaborazione in vista degli impegni della stagione 2009 – A Christian Mura e Massimo Bassi l'incarico di definire i roster

Una partnership ancora più forte per il 2009 tra la Fortitudo Bologna e il Castenaso Baseball che, insieme ad altre 6 società della provincia, compongono la franchigia bolognese. Il primo anno di strettissima collaborazione tra le ex-rivali del massimo campionato ha già dato un primo importante risultato con il ritorno del Castenaso in Serie A2 dopo 8 anni di "purgatorio". E in occasione della festa di fine anno che ha celebrato la promozione nella serie cadetta, è stato sottolineato come l'innesto di alcuni fortitudini, come il ricevitore Monari e gli esterni Breviglieri e Gnudi, ha contribuito notevolmente a raggiungere l'obiettivo di riportare una seconda formazione bolognese nel baseball di vertice.
Funziona, quindi, il progetto franchigia nell'area di Bologna e provincia che sta ricreando anche un certo entusiasmo intorno al baseball sotto "le due Torri": la kermesse di fine anno ha riunito le vecchie glorie del "primo Castenaso" degli anni '70, nato grazie a Mauro Lorenzini e Giovanni Zibordi – attuale speaker al campo "Teseo Bondi", ma anche le nuove leve che hanno disputato il Campionato Under 21 Elite come Fortitudo Baseball.
Ma l'attenzione è stata meritatamente rivolta a coloro che hanno raggiunto la promozione vincendo, direttamente sul campo della Fiorentina, i play Off della Serie B e ribaltando così una serie iniziata con un handicap di 2-0.
A cominciare dal manager Marco Braina, tutti i componenti della formazione sono stati premiati dal Presidente del Castenaso, Fulvio Tironi, e del General Manager, Massimo Bassi, alla presenza del Presidente della Fortitudo, Marco Macchiavelli, e di alcuni giocatori partecipanti all'Italian Baseball League come Stefano "Bidi" Landuzzi e Daniele Frignani a rappresentare la società più blasonata.
Bologna e Castenaso si ritroveranno presto per definire i roster per il 2009, in particolare quello del Castenaso che dovrebbe prevedere altri innesti dalla formazione "maggiore" anche alla luce della novità del lanciatore straniero che è stato inserito, da quest'anno, nel regolamento del campionato cadetto. A Massimo Bassi e a Christian Mura l'arduo compito di individuare gli elementi più competitivi per le rispettive formazioni.

Alessandro Labanti
Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento