Partenza lanciata per Philadelphia e Los Angeles

I Phillies dominano in casa contro i Brewers mentre i Dodgers espugnano due volte Chicago ed ora sono già ad un passo dalla vittoria – Tampa Bay e Boston avanti 1-0: Lester e Bay fanno volare i Red Sox, Wise trascina i D-Rays

Le Division Series che non ti aspetti. Nella NATIONAL LEAGUE le due sfide sono già ad un passo dai titoli di coda con Phillies e Dodgers avanti per 2-0 nelle rispettive Series rispettivamente contro Brewers e Cubs. Particolarmente favorita la squadra di Joe Torre (mai quest'anno aveva centrato un successo al Wrigley Field) che torna in California con un doppio vantaggio, bottino certo non indifferente. Grazie al 7-2 in gara-1 ed al 10-3 in gara-2, ai Dodgers manca ora una sola vittoria per eliminare la miglior franchigia della NL, grazie ad un monte di lancio perfetto ma anche ad una serie di clamorosi errori difensivi degli avversari che, nella seconda sfida, hanno portato i Cubs ad allungare la serie negativa in gare di post-season. L'ultima vittoria dei North Siders risale ormai alle NL Championship Series del 2003 contro Florida ed ora l'incubo dello "sweep", che lo scorso anno estromise il roster di Piniella al primo turno di play-off contro Arizona, comincia a concretizzarsi.
Anche Philadelphia, tra le mura amiche del Citizen Park, ha rifilato un 2-0 a Milwaukee e adesso si trasferirà al Miller Park per cercare di chiudere i giochi. In gara-2 Sabathia, che fino ad allora aveva perso soltanto due gare, tiene il monte solo per il primo inning salvo poi crollare nella seconda ripresa quando subirà ben 5 punti. Alla fine chiuderà i 3.2 inning lanciati con 6 valide, 5 errori, altrettante segnature, 4 basi per ball ed uno strike-out. Un autentico disastro per uno dei giocatori dai quali ci si aspettava un grande contributo, soprattutto che potesse prendere per mano i tanti giovani presenti nel roster.
Nelle Division Series della AMERICAN LEAGUE si è giocata una sola gara per serie. I Red Sox hanno avuto la meglio in gara-1 contro gli Angels in California. Un'autentica sorpresa visto quanto il roster di Francona ha subito gli uomini di Scioscia in questa stagione. A contribuire al 4-1 finale con il quale Boston conduce la serie 1-0 l'ottima prestazione del lanciatore partente Lester che in 7 inning ha concesso 1 solo punto e 6 valide a fronte di 7 strike-out. La parte del leone in attacco spetta senza dubbio a Jason Bay autore di un buon 2 su 4 con 2 punti battuti a casa grazie al fuoricampo centrato al sesto inning quando la squadra era sotto per 1-0.
Per chiudere il quadro, registriamo la vittoria di Tampa Bay al suo esordio assoluto nelle post-season. Dopo l'1-0 al secondo inning con cui i Devil Rays si facevano timidamente avanti, la partita vede l'attacco frontale dei più esperti White Sox che nella parte alta del terzo provavano a mettere in ginocchio i padroni di casa con una serie di valide (parziale 3-1). C'era eccome anche il rischio del crollo psicologico, ma in situazione di "2 on and 2 out" ci ha pensato un incredibile Dewayne Wise, al cambio di campo, a portare a casa i 3 punti del parziale 4-3. Con altri due punti al quinto Tampa chiude il conto e si porta a casa la prima gara della serie.

Informazioni su Andrea Tolla 532 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.