Danesi Nettuno-T&A San Marino sarà la finale

Montepaschi Grosseto ancora sconfitta, ed è ormai fuori dalla finale. Il sogno dei sammarinesi continua, Unipol facile sulla Danesi delle seconde linee

nLa Montepaschi Grosseto con l'acqua alla gola non ce l'ha fatta. La T&A San Marino vince anche la seconda partita del trittico conclusivo del round robin di semifinale e adesso il problema più grande si chiama Danesi Nettuno, che incontrerà a partire da venerdì prossimo allo Steno Borghese con lo scudetto in palio. n

n

nE' stata una partita decisamente combattuta quella giocata allo Iannella, decisa da un paio d'episodi in favore della formazione di Bindi. Un punto, uno solo al sesto, un monte che non ha concesso nulla agli avversari e la finale è cosa fatta. E dire che la formazione maremmana già al primo inning, contro Hestrada, aveva messo un uomo in base con zero fuori. Ma evidentemente non era serata, perché Nunez era il primo dei due colti rubando della serata. La partita si trascinava così, tesa ma senza occasioni particolari, a parte quella del quarto. Ancora Grosseto a provarci, Kelly Ramos con un doppio e Bischeri colpito rappresentavano una grande opportunità con zero fuori. Succedeva però che Bindi saliva sul monte, e poco dopo Hestrada costringeva Ermini a battere in doppio gioco. Con uomo in terza e zero fuori, è ancora il manager ad entrare in campo ed arriva la prima sostituzione in pedana per i sammarinesi. Ecco Figueroa e l'attacco di casa si chiude con Sgnaolin che produceva un'innocua volata. n

n

nSi arrivava al sesto, l'inning della svolta. E il protagonista è solo uno, James Buccheri. Tocca una bella valida che si infila tra esterno centro ed esterno destro, e la trasforma in triplo con una gran corsa e un gran tuffo. Poi l'altro episodio. La Fera produce una volata al centro, forse un po' corta, Buccheri corre comunque, il tiro di Andrea De Santis è buono, ma Kelly Ramos si preoccupa di più del corridore che del possesso della pallina, ed è l'1 a 0. Il rischio paga, e paga dividendi importanti perché sarà l'unico punto del match. n

n

nLa reazione del Grosseto sta tutta nell'attacco successivo. Doppio di Jairo Ramos, lead off della ripresa, un bunt lo porta in terza, ma dopo una base intenzionale arrivano due facili eliminazioni. E' l'ultimo vero sussulto della serata, a parte un doppio gioco difensivo dei padroni di casa su tentativo di bunt al nono con uomo in prima e zero out. Looney, subentrato all'ottavo, elimina in sequenza tutti e cinque i battitori affrontati. n

n

nSan Marino festeggia e continua a sognare, da domani sera il Grosseto potrà cominciare a scucire lo scudetto dalla casacca. n

n
n

nPoco o niente da dire dell'altro match. Una Danesi Nettuno in versione praticamente "balneare" dà spazio a tutte le seconde linee, Florian è il partente al posto di un Cruz tenuto a riposo. E dire che la formazione di Bagialemani iniziava anche molto bene, due singoli e un doppio di Camilo portano subito i tirrenici avanti per 2 a 0. Poi pian piano i nettunesi, già in finale da mercoledì sera e mentalmente "scarichi", cedono di fronte ad un Unipol Bologna che perlomeno vuole fare bella figura davanti al proprio pubblico. Termina 9 a 2, ma la testa è già a venerdì prossimo. n

n

Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.