Grosseto ancora non sicura dei playoff, tra Parma e San Marino è vera lotta

Giochi praticamente fatti specie in coda dove Redipuglia si può salvare solo con un miracolo

E così siamo già arrivati al penultimo turno di campionato: i giochi sono in gran parte fatti se si lascia stare l'aritmetica e si usa più il calcolo delle probabilità, sia in testa che in coda: ormai l'unico grande motivo di interesse è vedere se il Montepaschi Grosseto, campione in carica potrà accedere ai playoff per difendere il titolo ed evitare una esclusione che avrebbe del clamoroso. In effetti un grosso passo in avanti i biancorossi lo hanno fatto a Bologna contro la Fortitudo, costringendo la capolista a due sconfitte in una serie per la prima volta nel campionato. Ora dovrebbe essere tutto in discesa per i maremmani che affrontano la Telemarket Rimini che dopo aver subito una quasi fatale doppietta dal De Angelis Godo dovrà giocare alla morte gli ultimi due turni per poter sperare di andare ai playoff. E quasi sicuramente non basterà. Rimini appare in calo di forma evidente con un bilancio di 3 vittorie e 6 sconfitte negli ultimi tre trittici, soprattutto a causa di un attacco che specie contro la T&A San Marino è praticamente scomparso ed ha messo a segno la miseria di 13 punti nelle ultime 6 partite. Di conseguenza la squadra di Romano, pur sorretta da un buon monte di lancio, si è trovata a giocare una serie di partite con punteggio molto chiuso il cui esito si è spesso rivelato fatale. Appare poi difficile che Grosseto possa cedere ora dopo aver dimostrato di poter reggere l'assenza di Kelly Ramos e di saper ottenere molto dai pochi lanciatori rimasti dopo infortuni e partenze per gli USA.
nGiochi quasi fatti dicevamo perchè con molta probabilità c'è solo da decidere chi sta dentro tra Cariparma e San Marino, che sono appena dietro Grosseto ma all'ultima giornata affronteranno rispettivamente i maremmani e la Danesi Nettuno. I Ducali affrontano un Godo con il morale alle stelle per aver quasi conquistato la salvezza e che comunque è sempre stato insidioso nelle ultime giornate. Specie nella prima partita riservata ai lanciatori stranieri la squadra di Gerali avrà vita difficile se la partita arriverà in equilibrio alle ultime riprese, visto che di sicuro Romero non vale Collina in rilievo.
nSan Marino dal canto suo affronta il quasi retrocesso Redipuglia e potrebbe quindi portarsi in vantaggio rispetto a Parma prima dell'ultima giornata. Anche se il bullpen non ha convinto nelle ultime apparizioni, rimane il fatto che gli uomini del Titano affrontano la squadra largamente ultima in classifica. Vero però che San Marino ha offerto negli ultimi turni un rendimento veramente altalenante e dopo aver piazzato una tripletta con il Rimini ha compromesso tutto subendone una proprio dal Parma.
nRimane quindi in ombra il match tra le due prime in classifica. E' vero che lo scivolone della Fortitudo Bologna contro Grosseto ha riacceso le speranze della Danesi Nettuno di raggiungere la capolista ma il vantaggio di 3 partite è veramente ampio e in fondo la formula dei playoff toglie abbastanza al fattore campo. Tanto da pensare che i laziali pur sempre generosi e poco abituati a fare calcoli penseranno più a prepararsi per i playoff che a raggiungere il primato. Vero anche che Bologna è pure lei distratta da infortuni vari a uomini come Gasparri e Connell e sarà quindi anche lei più cocentrata sulla messa a punto che sul risultato. Da segnalare infine che l'antico sponsor Italeri che quest'anno aveva dato forfait, è tornato anche se in versione ridotta a finanziare la compagine felsinea. Questo ci ricorda quanto valore abbia la stagione dei bolognesi vissuta nella precarietà economica fin dall'inizio.
nPiccola notazione infine sugli orari: si comincia stasera, giovedi' 17 e si gioca, salvo recuperi, solo la sera, sempre alle 21, su tutti i campi. n

Avatar
Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento