Kinheim pronto a difendere la corona europea

La squadra allenata Ben Thijssen, leader del campionato olandese, vuole confermarsi campione – Con due micidiali assi del mound: il mancino Patrick Beljaards, ex-nazionale, ed il 18enne Robin van Eis

nPrimo in classifica nella Hoofdklasse, il Corendon Kinheim è pronto a conservare saldamente il titolo europeo per club conquisto nel 2007 a San Marino contro i sorprendenti francesi del Rouen. Allenati in primis da Ben Thijssen, con il supporto di Eelco Jansen (pitching-coach) e Marcel Joost (battine-coach), i campioni olandesi sono arrivati ieri a Grosseto dopo essere atterrati all'aeroporto di Pisa. La squadra è senza stranieri ma può contare su un mix di giocatori d'esperienza e giovani prospetti. Due nomi su tutti: i due lanciatori partenti Patrick Beljaards e Robin van Eis. n

n

nTre anni fa il mancino Beljaards ha detto addio alla Nazionale di Eenhoorn per motivi di lavoro dopo aver disputato 53 gare sul monte di lancio orange, mentre il 18enne Van Eis ha esordito nel massimo campionato olandese solo un mese fa a Rotterdam contro il Neptunus. Da quando ha debuttato, la giovane stella ha vinto tre gare da partente. Mercoledi scorso a L'Aja ha lanciato sette riprese contro l'ADO ed ha contribuito a mettere a segno uno shutout di assoluto livello. Van Eis ha eliminato 6 avversari al piatto, concedendo una base e 5 singoli. La difesa lo ha coperto bene, grazie a tre doppi giochi, ma anche Van Eis si è mosso intelligentemente con un pick-off in prima base e un eliminato colto rubando. Ieri è sbarcato a Pisa per la seconda volta quest'anno: a marzo aveva partecipato con la selezione di Eenhoorn al Torneo delle Accademie di Tirrenia. Ed i coach americani lo avevano votato miglior lanciatore del torneo. n

n

nIl Kinheim è arrivato in cima della classifica solo la settimana scorsa dopo aver inseguito Konica Minolta Pioniers e DOOR Neptunus sin dall'inizio della stagione. Malgrado la superiorità del Neptunus nei 4 incontri giocati (Kinheim ne ha vinto uno, 3-2 a Rotterdam, mentre il Neptunus ha fatto suoi i restanti tre, 7-3 e 5-1 ad Haarlem, 5-2 a Rotterdam), il primo posto è occupato dal solo Kinheim che ha ottenuto 20 vittorie in 26 gare, una in più dei competitor di Rotterdam. Anche se la classifica potrebbe subire qualche cambiamento. All'orizzonte ci sarebbe infatti un possibile appello dei Pioniers contro una decisione federale che ha dato la vittoria al Kinheim dopo una gara fermata dagli arbitri a causa di una rissa in campo. Quattro qiocatori del Kinheim, Dirk van't Klooster, Bryan Engelhardt, Jason Halman e Jeffrey Verbij, sono stati sospesi per 10 partite. Invece di soffrire per la loro assenza, la società ha subito inserito giovani talenti in squadra, che hanno dato da subito grandi soddisfazioni allo staff tecnico. Solo il Neptunus e l'HCAW sono riusciti a battere il Kinheim durante il periodo di squalifica. n

n

nQuesto è il line-up, tutto olandese, che il Corendon Kinheim ha schierato nell'ultima gara contro l'ADO: Danny Rombley (esterno centro), Dirk van 't Klooster (esterno destro), Roel Koolen (seconda base), Tjerk Smeets (ricevitore), Bryan Engelhardt (prima base), Vince Rooi (terza base), Jason Halman (battitore designato), Rene Cremer (interbase) e Denny Beljaards (esterno sinistro). Il parco lanciatori è composto da Patrick Beljaards, David Bergman, Robin van Eis, Nick Veltkamp, Michiel van Kampen, Cliff Foster, Duko Jansen. Foster ha passaporto americano, ma è considerato olandese a tutti gli effetti per la sua lunghissima carriera nel campionato olandese. A disposizione Wouter Heemskerk, Quincey Bernardus, Jeffrey Verbij, Onno Jansen, Onno Baur (negli USA giocano Gregory Halman, Seattle Mariners in singolo A avanzato, e Tom Stuifbergen con i Minnesota Twins, Rookie League). n

n

nFra i quindici migliori battitori del campionato olandese ci sono cinque giocatori del Kinheim: Engelhardt (sesto) con una media di .367, Smeets (ottavo) con .344, Koolen (10) con .342, tutti con 18 punti battuti a casa, Van't Klooster (13) con .338 e Rombley (14) con .337. Il miglior slugger della compagine di Haarlem è Bryan Engelhardt (.567), che vestiva la casacca degli Almere Magpies l'anno scorso quando Kinheim ha vinto la Coppa Campioni a San Marino. Tra i migliori lanciatori olandesi presenti a Grosseto figurano David Bergman, quarto in graduatoria con una media pgl di 1.56 in 8 gare (record 4-0), Van Eis, settimo con una mpgl di 1.97 in 5 gare (3-2), Veltkamp nono con 2.25 in 12 gare (4-1) e Beljaards sedicesimo con 2.59 in 10 gare (7-0). n

n

Pim Van Nes
Informazioni su Pim Van Nes 255 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.