A Redipuglia arriva l’italo-canadese Steve Baldinelli

22 anni, lanciatore, esterno ed ottimo battitore, debutterà venerdì a San Marino contro la T&A – Proviene dai Purple Eagles, la squadra della Niagara Falls University (terzo miglior slugger) – I nonni di Steve tutti nati in Italia

nI Rangers Redipuglia pescano un ventiduenne italo-canadese per cercare di dare man forte alla squadra, ancora a caccia del primo successo nella Italian Baseball League 2008. n

n

nE' sbarcato infatti ieri all'aeroporto di Ronchi dei Legionari Steve Baldinelli, lanciatore destro ed ottimo battitore mancino ma che può essere anche impiegato agli esterni. Debutterà venerdì a San Marino contro la T&A. n

n

nSia il Presidente, Paolo Tonzar, che il manager Diosdado Pantoja, si sono detti soddisfatti del nuovo arrivato in casa Rangers per le sue qualità tecniche. n

n

nNato il 12 gennaio del 1986 a Niagara Falls, nello stato dell'Ontario, è figlio di Joe e Sally Baldinelli ed ha due fratelli, Anthony e Joseph. Anche se i suoi genitori sono nati e cresciuti in Canada, tutti i nonni di Steve hanno avuto i natali in Italia. "La sua carriera a Niagara Falls è terminata, adesso comincia per lui una nuova esperienza. E' italiano, ma non è mai stato là, andrà a vedere l'Italia" ha detto suo papà Joe, prima della partenza. n

n

nSteve proviene infatti dalla Niagara Falls University, ateneo in cui ha studiato Educazione dell'infanzia e dei bambini. E proprio con la formazione dei Purple Eagles ha giocato fino a venerdì scorso come esterno e battitore designato. "Ho chiuso un capitolo della mia vita ed ora è tempo di iniziarne un altro" ha detto Baldinelli dopo la sconfitta per 7-4 con i Canisius al Sal Maglie Stadium che ha posto fine alla stagione agonistica a Niagara Falls (New York). "Ho sempre voluto giocare a baseball ed essere pagato per farlo, adesso cerco di sfruttare questa opportunità". n

n

nDopo il diploma alla Saint Paul High School, Baldinelli ha frequentato per due anni il Mercyhurst College (dove detiene 9 record personali) prima di accordarsi i Purple Eagles della Niagara University. Nei suoi due anni con Niagara è diventato un importante pedina offensiva, impiegato prevalentemente come battitore designato. L'anno scorso ha chiuso con una media battuta di .293, 29 valide di cui 3 fuoricampo, 4 tripli e 5 doppi, 16 punti battuti a casa e 6 basi rubate in 35 gare disputate. Ha finito la stagione 2008 con una media battuta di .273, 39 valide di cui 10 doppi, 31 punti segnati e 24 battuti a casa, 6 fuoricampo e una media bombardieri di .483, la terza migliore della squadra. n

n

n"Steve ha fatto un ottimo lavoro passando dal college alla prima divisione" ha detto Chris Chernisky, coach dei Purple Eagles. "E adesso credo che farà altrettanto bene in Italia. Redipuglia ha preso l'uomo giusto. Farà cose bellissime per loro". n

n

Alessandro Labanti
Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento