Pronta riscossa dell’Fds Verona contro il Farma Crocetta

Continua a crescere la squadra scaligera allenata da Danny Newman che dopo le due nette vittorie ha raggiunto il secondo posto in classifica alle spalle del Buttrio

nDue vittorie nette, entrambe per manifesta superiorità (13-3 e 15-4), un attacco prolifico (15 le valide nel primo match), una difesa attenta.
nQueste le chiavi del doppio successo contro il Farma Crocetta, una squadra, quella emiliana, che ha mostrato i propri limiti, con un monte di lancio "corto", una difesa spesso fallosa e un attacco che poco ha potuto contro i lanciatori veronesi. Ma questo fine settimana è stato anche il turno delle giovani promesse Davide Bertagna, Filippo Castagnini e Filippo De Boni. Il manager Danny Newman ha infatti dato loro la possibilità di crescere ulteriormente, confrontandosi con un livello di gioco più tecnico. n

n

nIn gara-1, la formazione di Daniel Newman subisce un punto nel corso del secondo inning ma subito dimostra di essere concentrata e già nel corso del secondo attacco si porta in vantaggio. I lanciatori avversari dimostrano qualche difficoltà, colpendo fallosamente più volte al corpo i battitori veronesi (Bottaro tre volte); ma la chiave della partita è nelle numerose battute valide dei padroni di casa, ben 15, con un triplo di Diego Benetti all'esterno sinistro. Nel corso delle ultime due riprese trovano spazio i giovani e sul monte sale il campione europeo in carica Davide Bertagna che non si lascia intimorire e chiude il settimo inning senza subire punti. L'incontro termina con il punteggio di 13 a 3 . n

n

nIn gara-2, la musica non cambia e il Verona dimostra subito di essere determinato a far sua anche la seconda partita. Il vantaggio del FDS Verona aumenta considerevolmente gial al secondo inning, 6 i punti segnati, e continua ad incrementare fino al settimo inning quando gli arbitri chiudono anche il secondo incontro per manifesta superiorità con il punteggio di 15 a 4. L'argentino Lucas Montalbetti si ripete colpendo ben 6 valide in 9 turni alla battuta. n

nIn classifica, alle spalle del Buttrio a quota mille, figura il quartetto composto appunto da Verona, Castelfranco Veneto, Padova e San Lorenzo. Quindi Rovigo a 600, Bologna 400, Oltretorrente e Crocetta 166, chiude il Ponte di Piave. n

Commenta per primo

Lascia un commento