Da Syracuse (NY) sbarca a Bologna l’esterno Richard Austin

Con l’ingaggio dello statunitense (7 anni in Independent League) e dell’interbase dominicano Rayner Bautista (8 stagioni nelle Minors di cui 7 con Detroit) si completa il gruppo degli stranieri

Ultimi due arrivi per la Fortitudo che andranno a coprire due posizioni chiave nella difesa, dando anche un contributo al line-up d’attacco, e che chiudono di fatto la campagna acquisti stranieri per il 2008.
A Bologna stanno per giungere Richard Austin (esterno centro di Syracuse) e Rayner Bautista (interbase dominicano di Nizao Bani), una coppia con un interessante passato nelle leghe minori americane che con Vargas, Matos e Connell avrà il compito di spingere Bologna verso l’alto.
Richard Austin, nato nello stato di New York il 30 agosto 1977, mancino in battuta, verrà utilizzato prevalentemente all’esterno destro e al centro. La cui carriera si è focalizzata nelle 7 stagioni disputate in Independent League, precisamente nelle leghe ‘Frontier” e ‘Northern”, dove il livello del baseball è paragonabile a quello del campionato italiano. MVP di lega nel 2004 e nella formazione ‘All Star” di lega nel 2004 e 2005. Nella carriera in Independent il giocatore ha disputato 594 partite, con una media battuta complessiva di .302, una media arrivi in base di .416 e una media slugging di .488. Ha ottenuto 387 passaggi gratuiti in base, numero pressoché identico a quello delle eliminazioni al piatto. Interessante anche il numero delle basi rubate (99 contro 26 colti) e degli RBI (386). I 136 doppi, 13 tripli e 78 fuoricampo descrivono un battitore di peso, che può fare la differenza nel baseball italiano, insomma quel tipo di giocatore che può occupare uno spot nella parte centrale del lineup bolognese. Un attaccante che dimostra contemporaneamente disciplina al piatto e buon occhio, oltre una certa velocità sulle basi. Dunque, un attaccante ‘a tutto tondo”, ma anche un ottimo difensore, che, impiegato all’esterno centro, saprà ben sfruttare le caratteristiche sopra specificate.
Nato a Nizao Bani (Repubblica Dominicana) il 17 settembre 1978, Rayner Bautista arriverà a Bologna sfoggiando ottime referenze, frutto di una lunga carriera da professionista in America. Otto anni di Minor League: per sette stagioni nell’organizzazione dei Detroit Tigers, giungendo nel 2004 in triplo A, ed una (2006) con i Baltimora Orioles, oltre alle due in Independent League, con Atlantic City e York, inserite nella lega atlantica. Un totale di poco meno 1.000 presenze, quasi sempre schierato nel ruolo di interbase titolare, nel quale si è distinto con medie difensive di tutto rispetto, trovando sempre la fiducia, da parte del Manager di turno, nell’affidargli le chiavi di una delle posizioni più ‘calde” del diamante. Decisamente interessante anche a livello offensivo. Con una media vita in battuta di .263, il giocatore ha una notevole performance anche a livello di ‘bombardiere” (.388). Pur non essendo uno ‘slugger”, Bautista è quel tipo di battitore che gli addetti ai lavori definirebbero ‘gap to gap”, cioè capace di battere ‘nel buco”, sia a destra che a sinistra, totalizzando dunque molte valide extrabase (ben 196 doppi in carriera), ben sfruttando anche le doti di velocità che possiede. Insomma, un atleta destinato a diventare un perno difensivo della squadra agli ordini di Marco Nanni, ma che può portare anche un sostanziale contributo in attacco.

Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.