Oltre 100.000 studenti cinesi pronti per il “Play Ball!”

La MLB International lancia il programma di insegnamento del baseball integrato alle attività di educazione fisica in 120 scuole elementari di Pechino, Guangzhou, Shanghai, Tianjin e Wuxi

La Major League Baseball continua a guardare con grande interesse alla Cina e al potenziale sviluppo del baseball in quel paese partendo proprio dalla base.
La divisione internazionale della MLB sta infatti per lanciare in cinque città cinesi ‘Play Ball!”, un programma di insegnamento del baseball a livello giovanile e che verrà integrato con le attività di educazione fisica: tale programma, rivolto a studenti tra gli 8 e i 12 anni, interesserà oltre 120 scuole elementari situate a Pechino, Guangzhou, Shanghai, Tianjin e Wuxi. Si stima che ‘Play Ball! China” possa raggiungere oltre centomila ragazzi solo nell’anno scolastico 2007-08 a cui verranno spiegate le regole del gioco, i fondamentali del baseball e come migliorare tali skill nel tempo.
Paul Archey, Senior Vice President delle International Business Operations della Major League Baseball ha ricordato che grazie al programma ‘Play Ball!” palline, guanti e mazze finiranno nei prossimi anni nelle mani di centinaia di migliaia di giovani atleti cinesi e che l’impegno della MLB è proprio quello di favorire lo sviluppo futuro del baseball in Cina”.
‘Il baseball ha cercato di svilupparsi per lungo tempo in Cina” ha detto Ganbei Lin, Direttore Sport e Cultura dell’ Education Bureau di Pechino. ‘L’attuale promozione della MLB sarà di grande aiuto per i giovani cinesi e darà ulteriore entusiamo non solo per la crescita del baseball ma per lo sviluppo dello sport giovanile in generale.”
In vista dell’avvio del ‘Play Ball! China”, la Major League Baseball International ha organizzato l’estate scorsa a Pechino, Guangzhou e Shanghai dei ‘coaching clinics” in oltre 400 scuole e destinati agli insegnanti di educazione fisica.
I corsi erano tenuti da Rick Dell, Direttore del Baseball Development in Cina per conto della Major League Baseball International e da sei allenatori americani con lunghe esperienze a livello internazionale. La stessa MLBI, a conclusione dei clinics, aveva poi donato tutti i materiali utilizzati alle comunità locali.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.