Dalla Cina negli USA per conoscere i segreti del baseball

12 allenatori da Pechino, Shanghai, Changzhou, Wuxi e Guangzhou per apprendere tutte le tecniche di gioco da insegnare ai giovani cinesi

Ad una dozzina di allenatori cinesi stanno per aprirsi le porte del baseball americano. Da martedì prossimo e fino a domenica, il gruppo di coaches composto da 6 uomini e 6 donne provenienti da Pechino, Shanghai, Changzhou, Wuxi e Guangzhou sarà ospiti del Dipartmento di Stato USA, della Major League Baseball e della Ripken Baseball per partecipare ad un tour volto all’apprendimento delle tecniche di gioco, da insegnare poi principalmente ai giovani cinesi.
La visità inzierà alla MLB Urban Youth Academy di Compton, in California, dove i 12 allenatori svolgeranno attività già previste da un programma di perfezionamento sul coaching, sui fondamentali degli arbitri, alimentazione ma anche su aspetti socio-culturali dei due popoli. Si affiancheranno anche allo staff di esperti dell’Accademia che si occupa di allenare i ragazzi tra gli 8 e i 15 anni.
Ad Aberdeen, nel Maryland, presso il Ripken Baseball Complex parteciperanno a camp giovanili e tornei come, ad esempio, le International Cal Ripken World Series (CRWS). Insegnanti d’eccezione Cal e Bill Ripken come pure altri ‘instructors” del Ripken Baseball e coaches delle squadre partecipanti alle CWRS. Ultima tappa del tour il Training Complex della squadra nazionale USA a Cary, nella Carolina del Nord.
E’ infine prevista anche la presenza dei tecnici cinesi a diverse partite della Major League e delle Minors, nonchè a quelle che la Cina disputerà prossimamente negli USA.
‘Il baseball è davvero uno sport internazionale – ha commentato Cal Ripken Jr. – e noi siamo molto contenti di far parte di questo programma insieme alla MLB e al Dipartimento di Stato. L’obiettivo del Ripken Baseball è sempre stato di far crescere il baseball a cominciare dalla base e se sapremo aiutare questi coach a portare ai ragazzi cinesi un pò di questi insegnamenti avremmo raggiunto il nostro obiettivo.”

Informazioni su Filippo Fantasia 667 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.