Super-contratto per Soriano ai Cubs

L’esterno lascia i Nats e si assicura 136 milioni di dollari – Impazza il mercato dei free-agent – Ancora capricci per Ramirez: lascerà Boston?

Se c’è una franchigia che è superattiva in questi giorni che precedono il Thanksgiving Day è quella dei Chicago Cubs. Dopo la rivoluzione dello staff tecnico di cui vi abbiamo già ragguagliato, in pochi giorni i ‘North Siders” hanno rinnovato i contratti ai free-agent Henry Blanco, Wade Miller, Kerry Wood, e, soprattutto Aramis Ramirez al quale è stato fatto firmare un quinquennale. Inoltre sempre dal mercato dei ‘giocatori-liberi”, si sono assicurati le prestazioni del seconda base Mark La Rosa (3 anni di contratto) e dell’ambitissimo Alfonso Soriano. Per l’esterno sinistro dominicano, uno dei pochissimi giocatori in grado di entrare nel club 40-40 (nella scorsa stagione ai Nationals 46 fuoricampo e 41 basi rubate, alle quali vanno aggiunti 41 doppi), i Cubs si sono letteralmente svenati proponendo al giocatore, la bellezza di 136 milioni di dollari per 8 anni di contratto. Soriano ha per se il quinto ingaggio più alto di tutta la MLB. Davanti a lui solo A-Rod (252 milioni di dollari in 10 anni), Derek Jeter (189 milioni in 10 anni), Manny Ramirez (160 milioni in 8 anni), e Todd Helton (141.5 milioni in 11 anni). Adesso al roster di Pinella mancano un esterno-centro di valore (Pierre è in lista free-agent ed i Giants sono in agguato), ed una rotazione dei partenti affidabile per poter essere veramente competitivo per la lotta al titolo. Rimanendo in tema di free agent, va detto che mai come quest’anno il loro mercato è esploso così presto. Gia 62 gli affari conclusi tra i quali spicca quello di Moses Alou che lascia i Giants nello stesso anno in cui il padre lascia la guida tecnica di San Francisco, e approda ai Mets dove guadagnerà 8.5 milioni di dollari per una stagione con un’opzione sul 2008. A proposito dei Metropolitans, per il momento non si è trovato l’accordo per il rinnovo del 40enne Tom Glavine. L’esperto pitcher resta nella lista dei free-agent insieme ai colleghi Bradford, R.Hernandez, Mota, Darren e Trachsel, anche se per ora è l’unico a cui ufficialmente la società ha comunicato l’intenzione di non avvalersi dell’opzione del rinnovo. Su di lui è forte l’interesse dei Braves che cercano un riscatto dopo la deludente stagione dello scorso anno, anche se per ora a rinforzare il roster è arrivato solo il giovane esterno TJ Bohn, un solo anno tra i prof con i Seattle Mariners. Sempre in tema di esterni da segnalare l’addio ai Toronto Blue Jays di Frank Catalanotto, che dopo 4 anni torna ai Texas Rangers firmando un contratto di 13 milioni di dollari per 3 anni. In Canada è invece arrivato dalla California il battitore designato Frank Thomas, due anni contratto a 9 milioni di dollari per ex A’s. La franchigia gestita da Ricciardi ha rifiutato l’opzione per il rinnovo del catcher 32enne Bengie Molina, ed ha deciso di puntare tutto sul collega Gregg Zaunn al quale è stato offerto il rinnovo contrattuale. Su Zaunn c’è forte la pressione dei Cubs che sembra si siano inseriti con una proposta da 5.25 milioni di dollari per due anni. I Baltimore Orioles danno una bella aggiustata al monte di lancio grazie al rinnovo di contratto di Parrish ed all’acquisto dal mercato dei free-agent del rilievo Jamie Walker. L’ex Detroit Tiger guadagnerà 12 milioni di dollari per 3 anni e garantirà a Leo Mazzone un po’ di solida esperienza in più al roster dei lanciatori.
Nonostante i tanti affari conclusi sono ancora molti i giocatori il lista free-agent ed ovviamente sono ancora di più i ‘rumors” che si susseguono in queste frenetiche giornate di mercato. Tra i lancatori da segnalare l’interesse dei Cubs e degli Yankees per Gil Meche dei Mariners, dei Dodgers che stanno tentando di soffiare Jason Schmidt ai Giants, ma soprattutto l’offerta degli Angels a Barry Zito. Il fortissimo partente in forza ad Oakland, ed oggetto dei desideri di quasi tutte le franchigie delle Majors, ha ricevuto ‘imboccamenti” dai Padres, dai Dodgers e dai Mets. Ancora incerto il futuro di Roger Clemens e Andy Petitte, lanciatori degli Astros che sembra abbiano intenzione di continuare la loro avventura insieme. Già compagni di squadra agli Yankees dal 1999 al 2003, i due si erano trasferiti contemporaneamente a Houston, ed ora stanno considerando l’idea di fare di nuovo congiuntamente le valige con destinazione Boston. Per ‘The Rocket” si tratterebbe di un ritorno alle origini visto che nei Red Sox aveva esordito nel lontano 1984 e vi era rimasto fino al 1998. La franchigia affidata a Francona, dopo la deludente stagione appena vissuta, sta cercando di rinforzarsi sul monte di lancio. Oltre ai due partenti degli Astros stanno seguendo con molta attenzione Joe Borowski dei Marlins e sono ad un passo dalla definizione dell’acquisto di Daisuke Matsuzaka. L’accordo, che probabilmente sarà ufficializzato il prossimo 15 dicembre, prevede un esborso di 51.1 milioni di dollari. Nel frattempo sono stati rinnovati i contratti di Alex Cora, Alex Gonzalez, Mike Timlin e Tim Wakefileld. Quello che più preoccupa i tifosi dei Red Sox sono invece i capricci di Manny Ramirez che, come lo scorso anno, sta iniziando a catalizzare l’attenzione delle grandi squadre della MLB. Stavolta sembra che a contenderselo siano gli Angels ed i Rangers.

Informazioni su Andrea Tolla 506 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.