Buccheri avvicina lo scudetto all´Adriatico

Rimini vince 1-0 al decimo contro un mostruoso Navarro. Il Grosseto spreca troppo in attacco. Stasera Patrone-De Santis

RIMINI. Una valida di James Buccheri al decimo inning regala tre match ball alla Telemarket Rimini che già mercoledì sera potrà cercare di agguantare lo scudetto davanti ai suoi tifosi. Garaquattro vinta 1-0 dai padroni di casa è stata una partita intensa, dalle forti emozioni, dominata dai tre lanciatori scesi in campo. Al di là dei riminesi Trejo (6.2 riprese lanciate, 5 valide, 3 basi ball, 5 strike out) e Looney (3.1 rl, 2 v, 0 bb e 1 so), ha impressionato Jaime Navarro (10.0 rl, 4 v, 3 bb, 3 bi, 9 so e 1 punto di Pgl), sceso in campo come gli avversari a quattro giorni di distanza da garauno ma con ben 141 lanci nel braccio. Bene, il portoricano è rimasto sul monte per tutte e 10 le riprese (129 lanci), ma alla fine si è dovuto arrendere. Col sennò di poi, probabilmente, Navarro sarebbe dovuto scendere dopo la base ball concessa al decimo a Oropeza, ma la scelta di Mazzotti è comunque condivisibile. Infatti, dopo la base (giunta per altro dopo il nono strike out della gara di Navarro), Romano ha ordinato il sacrificio a Baldacci, chiedendo la valida della vittoria a Solano. Con la prima libera, però, Mazzotti ha ovviamente chiesto l’intenzionale per l’interbase romagnolo per giocarsi il modesto Green di questa serie finale (0/13). Navarro a quel punto ha patito la stanchezza e dopo due ball (il secondo un lancio pazzo che ha permesso a Oropeza e Solano di avanzare in terza e seconda) ha dovuto concedere la seconda base intenzionale della ripresa. Con le basi cariche e due out, ci ha pensato Buccheri a chiudere il match, spedendo il primo strike del pitcher avversario (sul conto di 2-0) all’esterno centro (inutile il tuffo dell’interbase Gutierrez).
Il Bbc Le Colonie di Maremma Grosseto ha comunque sprecato l’occasione di raggiungere il pareggio nella serie. Se in garatre era stata la difesa a regalare molto al Rimini, in garaquattro i maremmani possono recriminare per quanto lasciato sulle basi. Infatti, il Rimini ha battuto solamente 4 valide, due delle quali regalate dalla difesa del Grosseto al terzo (entrambe potevano essere tranquillamente degli errori), mentre i toscani hanno realizzato 7 valide, portando l’uomo in posizione punto per ben 7 volte in 10 riprese. Lo occasioni più ghiotte sono arrivate al terzo (uomo Lollio e Zamora in terza e seconda con due out, Bischeri fuori 5/3) e soprattutto al settimo quando Romano ha rilevato uno stanco Trejo con il solito intoccabile Looney. Il lanciatore domenicano ha iniziato la ripresa con due strike out su Lollio e Zamora, ma poi ha dovuto subire la battuta di Sgnaolin (errore di Solano), la valida di Bischeri (Sgnaolin terza, Bischeri poi in seconda su rubata) e concedere la base a De Santis. A quel punto Romano ha effettuato il cambio, ma Gutierrez – vero protagonista in negativo del Grosseto al ‘Mondiale” – ha toccato il primo lancio di Looney sullo stesso lanciatore che ha facilmente assistito ad Agli in prima per il terzo out. Looney ha faticato un po’ anche all’ottavo e al decimo, ma si è sempre salvato (in particolare all’ottavo quando il gran legno di Lollio con Ermini in seconda è finito in bocca nel guanto di Carrozza all’esterno destro).
Il Rimini in attacco ha creato qualcosa solamente al terzo e al decimo (le uniche riprese in cui gli uomini neroarancioni hanno visto la terza base), raggiungendo la seconda anche al quinto e all’ottavo senza però spaventare Navarro.
Adesso la serie se la giocheranno Sandy Patrone e Riccardo De Santis. È l’unico confronto sul monte che è riuscito a vincere il Grosseto e per sperare di tornare allo ‘Jannella” per continuare a sognare lo scudetto, è quello che i ragazzi di Mazzotti sono nuovamente costretti a vincere. Di sicuro c’è un dato: il Rimini ha tre occasioni per chiudere la partita (uno alla pari con il Grosseto, in caso di garasette) e in caso di bella, se la potrà giocare con Trejo e Looney già vincenti in due partite e molto più riposati di un Navarro con in dote 270 lanci.

Lanciatore vincente: Looney
Lanciatore perdente: Navarro

Informazioni su Federico Masini 266 Articoli
Nato il 28 marzo del 1979 a Grosseto, Federico risiede a Legnano dove lavora per la redazione milanese del quotidiano sportivo Tuttosport. Giornalista professionista, collabora con la testata torinese dal marzo del 2006 e dal 2009 è corrispondente, seguendo principalmente gli eventi delle squadra di calcio della città meneghina, Inter e Milan. In passato ha lavorato pure con Il Giorno (dove ha seguito le vicende delle formazioni lombarde di baseball e softball) e Libero, mentre tuttora collabora ogni tanto con Il Tirreno dove può sfogare la sua passione per il baseball seguendo le partite in casa e, soprattutto, in trasferta del Bbc (ha raccontato le partite anche per una radio locale). Collabora con Baseball.it dalla sua nascita, seguendo le vicende del Grosseto e curando, a volte, l'aspetto statistico dell'Italian Baseball League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.