Franco e Pujols nella storia delle Majors

Franco con il fuoricampo battuto due notti fa è diventato il giocatore più anziano a mettere a segno un ‘home run”, Pujols, grazie ad un ‘homer” raggiunge la 1000sima battuta valida in carriera

Lo spettacolo del baseball americano non conosce soste e così mentre Barry Bonds continua a passare il periodo più nero della sua carriera –adesso rischia addirittura l’incriminazione per spergiuro e falsa testimonianza nell’”affaire-Balco”-, ci sono altri giocatori che sono pronti ad assurgere al ruolo di protagonisti in questo bellissimo inizio di stagione. Due giorni fa, nella gara vinta dai Mets sui Padres dell’ex Mike Piazza, il 47enne Julio Franco trascina New York alla vittoria con un fuoricampo da due punti che lo porterà alla gloria personale come il più anziano giocatore della MLB a realizzare un ‘home-run”. I Metropolitan stanno passando un momento veramente d’oro e, nonostante la sconfitta subita a San Diego in gara2 al quattordicesimo inning (3 ore e 56 minuti di gioco), grazie alle 11 vittorie e 5 sconfitte fin qui ottenute, vantano il miglior record dell’intero campionato. La scorsa notte invece, nella prima delle tre gare della mini-serie tra Cubs e Cardinals, Albert Pujols con un fuoricampo da due punti si regala la 1000sima battuta valida e contribuisce alla vittoria di St.Louis su una Chicago che continua ad essere bersagliata dalla sfortuna. Il Gold Glove Derreck Lee, prima base dei Cubs, si è infortunato al polso destro (duplice frattura) in uno scontro con Rafael Furcal due notti fa e dovrà portare 18 giorni di gesso. Lo rivedremo in campo tra 2-3 mesi se tutto va bene. Cubs e Cardinals continueranno la loro sfida, una delle più antiche ‘rivalry” della MLB, nei prossimi giorni per cercare di conquistare preziose vittorie in una East Division che continua ad essere molto equilibrata in questa prima parte di stagione (Astros e Reds oltre a Chicago e St.Louis sono in appena una partita e mezzo).
Continuano a sorprendere i Colorado Rokies di coach Clint Hurdle: la vittoria di questa notte per 9-8 ai danni di San Francisco arrivata in rimonta grazie a 4 punti prodotti al nono inning, permette alla franchigia di Denver di agganciare proprio i Giants in vetta alla West Division
Chi invece continua inesorabilmente a deludere sono i New York Yankees. Lo scorso anno fecero un inizio di stagione così devastante che rischiò seriamente di compromettere l’accesso alle post-season raggiunto poi il giorno prima del termine della stagione regolare e quest’anno si stanno ripetendo nonostante l’innesto di campioni di livello assoluto del calibro di Johnny Damon. Se si confrontano le prime 15 gare di quest’anno con quelle dello scorso campionato si vede che è praticamente identico: 7 vittorie e 8 sconfitte nel 2006 (.467) contro le 6 vittorie e 9 sconfitte del 2005 (.400). A proposito di Johnny Damon, che attualmente sembra vivere un momento di appannamento, è curioso notare che l’esterno ex Red Sox soffre molto i cambi di casacca. L’anno del suo esordio ai Kansas City Royals si presentò con una media battuta di .282 salvo poi crescere ed arrivare al 2000 con un ottimo .327. L’anno successivo passò ad Oakland dove rimase per una sola stagione (.256) per poi essere dirottato a Boston dove passò da un iniziale .286 al .316 dello scorso anno.
Intanto nella capitale del Massachusetts, nella gara di American League tra Toronto e Boston, prima di una miniserie da 3, ci sono voluti ben 11 inning ai Blue Jays per imporsi 7-6. Un disastroso ottavo inning da parte dei Red Sox, ha permesso ai canadesi di recuperare ben 4 punti e pareggiare una gara che sembrava finita. Poi all’undicesima frazione di gioco, il punto battuto a casa da Vernon Wells regala la vittoria ai padroni di casa che stanno confermando quando di buono si diceva di loro in fase di mercato invernale.

Informazioni su Andrea Tolla 527 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.