Venezuela: serie finale in parità

Inizio all’insegna dell’equilibrio tra Leones e Tigres.

E’ cominciata la serie finale del campionato venezuelano e tutto sembra presagire una serie equilibrata, nonostante il risultato del round robin sembri favorire nettamente le Tigres di Aragua.
Prima dell’inizio le due squadre hanno proveduto a rinforzarsi come prevede il regolamento. Le Tigres hanno aggiunto il catcher delle Major League Ramon Hernandez, prelevandolo dai Pastora ed hanno sostituito Eric Owens con Rene Reyes, interbase dei Cardenales e soprattutto dei New York Mets. I Leones dal canto loro hanno aggiunto Andrew Lorraine alla propria rotazione, prendendolo dal Magallanes e hanno sostituito il lanciatore Stamler con Alex Cabrera, anche lui die Pastora.
Il primo capitolo della finale del 2005 si è chiuso subito con una sorpresa visto che i Leones si sono imposti con un risultato netto ma un po’ bugiardo sui rivali campioni in carica. La partita si è chiusa infatti sul 10-3 per i Leones, ma il loro partente, il nuovo arrivato Lorraine, deve ringraziare la sua difesa capace di ben 5 doppi giochi e capace di stroncare tutti i tentativi di rimonta avversari dopo che i Leones si erano subito portati in vantaggio con le battute di Carlos Mendez e Tomas Perez sul povero Horacio Estrada.
Proprio Tomas Perez però è costato ai Leones il secondo incontro di finale finito 4-3 per le Tigres proprio a causa di un errore dell’interbase della squadra di Caracas. Lo scontro tra il veteranissimo Hurtado, per i Leones e Josmir Romero per le Tigres si era concluso con quest’ultimo in vantaggio dopo sei riprese. Hurtado aveva infatti ceduto alle battute di Miguel Cabrera e Ramon Hernandez al primo inning, si era messo ancora di più nei guai con un pick-off sbagliato su Alex Romero in prima per un singolo e poi a punto su sacrificio di Delgado. Hurtado ha poi concesso un altro punto concedendo un doppio a Luis Rodriguez.
La riscossa dei Leones è arrivata da Alex Cabrera con il fuoricampo del 3-1 al quinto ed un altro al sesto per il 3-2. Al nono i Leones fabbricano il pareggio: base ball a Ernie Young sostituito a correre da Carlos Duran. Duran arriva in seconda su sacrificio di Castillo ed in terza sulla battuta interna del ‘nostro” Jairo Ramos: il pareggio è siglato dal giovane Michael Sandoval con un provvidenziale singolo.
Con il punteggio in pareggio il manager dei Leones, Omar Malavè non rischia K-Rod ma le Tigres mettono uomini in prima e seconda con un out e Malvè si decide a far entrare K-Rod. Purtroppo per i Leones la mossa viene vanificata dall’errore di Tomas Perez su una battuta che sembrava destinata al doppio gioco.

I Leones chiudono comunque le prime due gare avendo strappato il fattore campo alle Tigres e accolgono stasera gli avversari sul loro campo contrapponendo il giovane e talentuoso Reina all’ottimo Pulildo, fresco delle tre vittorie conquistate nel round robin.

Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.