Roger Clemens, un Cy Young a 42 anni

Il pitcher di Houston ha sbaragliato la concorrenza di Randy Johnson e Roy Oswalt, conquistando per la settima volta il massimo riconoscimento, il primo nella National League

A 42 anni non ci era riuscito nessuno. E’ il settimo Cy Young Award della carriera il nuovo record di Roger Clemens. Alla sua prima stagione nella National League, il pitcher ha conquistato subito il massimo riconoscimento, battendo nettamente Randy Johnson e il compagno di squadra Roy Oswalt. Un 2004 d’oro dunque per The Rocket, che dopo essersi ritirato alla fine del campionato 2003 aveva cambiato idea in inverno, accettando in gennaio l’offerta degli Astros. E così è arrivata una stagione con 18 vittorie e solo 4 sconfitte, con un ottimo 2.87 di media pgl. E non solo, il 5 maggio Clemens è diventato il secondo pitcher di sempre nella classifica degli strike-out dietro all’inarrivabile Nolan Ryan (quest’anno per lui sono stati 218, per un totale carriera di 4.317). Il suo arrivo ha acceso l’entusiasmo di Houston, che ha risposto con 24 ‘tutti esauriti” in 81 partite e quasi sempre quando sul monte toccava a The Rocket, autentico protagonista della rimonta che ha portato la squadra texana ai play-off con 8 vittorie e una sola sconfitta dopo l’All Star Game. Unico neo, quel sesto inning di garasette a St.Louis, con il doppio di Pujols e il fuoricampo di Rolen, che hanno spento il sogno degli Astros di giocare le loro prime World Series della storia. Sarà questa la molla per fargli giocare un’altra stagione? O l’ennesimo record lo indurrà ad appendere definitivamente il guantone al chiodo? Una cosa è certa, a Houston sarà un altro inverno caldissimo…

Informazioni su Andrea Perari 153 Articoli
Andrea Perari, 37 anni, è nato a Perugia ma vive a Rimini dal 1977. Sposato con Nicoletta e papà di Filippo, lavora come redattore sportivo al "Corriere di Rimini", dove cura in prima persona baseball e basket.Collabora anche con "Superbasket", come corrispondente riminese per partite e interviste.La sua "carriera" nasce però dal batti e corri. Nel 1986, infatti, fresco di maturità scientifica, si occupa della pagina settimanale de "Il Fo" sull'allora Trevi Rimini.Nello stesso anno comincia l'avventura radiofonica, la sua vera passione, con trasmissioni settimanali sul baseball e soprattutto con le radiocronache delle partite interne ed esterne.Nel 1987 sbarca in Romagna la "Gazzetta di Rimini" e da collaboratore esterno per il baseball, Andrea finisce per essere assunto nel 1990 e diventare giornalista professionista nel maggio del 1992.Da allora ha sempre seguito in prima persona il baseball romagnolo per la Gazzetta (fino al fallimento del '93) e per il "Corriere di Rimini" dal 1993 ad oggi.Ha collaborato con "Tutto Baseball", "Baseball International", "Baseball & Softball", "Radio San Marino", "Radio Rimini" e nel 1999 con "Radio Icaro", riportando dopo tanti anni, con l'inseparabile collega e amico Carlo Ravegnani, le dirette radio dei Pirati in occasione della finali scudetto giocate a Nettuno dalla Semenzato.Cura insieme all'infaticabile Marcello Massari la pagina Web del Baseball Rimini, che sbarcata su Internet dall'aprile del 2000.Super (a dir poco) appassionato di baseball americano, ama trascorrere le vacanze negli States o in Canada e ha già all'attivo una quindicina di partite viste dal vivo a Toronto, Montreal, New York, Boston, Anaheim, San Diego, San Francisco e Oakland.Partecipa da sette anni al Fantasy Baseball della Cdm, ora via Internet, con ottimi risultati e...dollari guadagnati, e i suoi sogni nel cassetto sono quelli di seguire la Semenzato con la radiocronaca di tutte le gare di campionato, e soprattutto di commentare su tv locali o nazionali le partite delle Major League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.