Kent manda in delirio Houston

I due texani Williams e Backe protagonisti di un duello epico sul monte, ma decide un fuoricampo da 3 punti di Jeff Kent – Gli Astros ribaltano la situazione da 0-2 a 3-2

Chi avrebbe scommesso che i St. Louis Cardinals, la formazione atleticamente più in forma delle Majors e con un record invidiabile dopo le 162 partite regolari, avrebbero subito una sorte tale?
Il fattore campo sta indubbiamente giocando un ruolo essenziale in tutto questo. I Cards, in vantaggio di 2-0 nelle finali delle NATIONAL LEAGUE, sono stati costretti alla resa per tre volte di fila dagli Houston Astros.
L’ultima sconfitta, quella di ieri sera al Minute Maid Park di Houston, è stata un’autentica doccia gelata per St. Louis, una goduria infinita per gli Astros.
Possiamo dirlo, senza enfasi: si è trattato di un match mozzafiato con un duello stratosferico sul mound tra due texani, Woody Williams e Brandon Backe.
Una sola valida per l’asso di Tony La Russa in 7 riprese, idem per il numero uno di Phil Garner che però è stato su una ripresa in più (sostituito da Brad Lidge, vincente). Con un finale di quelli da raccontare e raccontare mille volte.
Carlos Beltran che apre il nono inning con un singolo e ruba la seconda base mentre Jeff Bagwell è out al volo all’esterno centro. Lance Berkman riceve una base intenzionale. Poi Jeff Kent incontra il primo lancio di Jason Isringhausen e lo scaraventa oltre il limite a sinistra regalando il fuoricampo da 3 punti che vale la vittoria (e che vittoria!) ma soprattutto consente agli Astros di ribaltare completamente la situazione a proprio favore, dallo 0-2 iniziale al 3-2.
Per Houston è il ventiduesimo successo sulle ultime 23 gare interne, incluse quelle di regular season. E ora che accadrà? Chi può dirlo. Intanto oggi c’è gara-6 a St. Louis (partenti Pete Munro per gli Astros e Matt Morris per i Cards). ‘Nihil difficile volenti” dicevano i latini. Se Houston realizzasse davvero il colpaccio, sarebbe il primo pennant conquistato in 43 anni di storia della franchigia.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.