I Cardinals resistono al maltempo e agli Astros

In una serata fredda e piovosa, St. Louis vince anche il secondo confronto contro Houston (6-4) – Ancora in evidenza gli slugger: 6 fuoricampo, 2 per Rolen

Nulla sembra intralciare il cammino dei St. Louis Cardinals. Si erano mobilitate anche le forze della natura (temperatura rigida a meno di 10 gradi ed una fastidiosissima pioggia) per sostenere la voglia di rivalsa degli Houston Astros. Niente da fare. Tutto sta girando per il verso giusto alla squadra di Tony La Russa che anche ieri sera, al Busch Stadium, ha battuto gli uomini di Phil Garner per 6-4 nella finale della NATIONAL LEAGUE portandosi sul 2-0.
Ma non sono state tutte rose e fiori, almeno all’inizio, colpa forse del ritardo dovuto al temporale abbattutosi su St. Louis: una partenza ‘a freddo” per i padroni di casa che, con Matt Morris sul mound, si erano trovati improvvisamente sotto e costretti a recuperare lo svantaggio di 3-0 accumulato dagli Astros. In avvio i Cardinals si beccano subito, dai ben più caldi ospiti, un fuoricampo di Carlos Beltran (il sesto nella post-season), un altro homerun al quarto inning stavolta ad opera di Morgan Ensberg ed al quinto il singolo vincente di Lance Berkman che scavalca il guanto di Pujols in prima base.
St. Louis, memore della galoppata in regular season, tira fuori le armi migliori ed al quinto mette la freccia. Pete Munro, lo starter di Houston, alla sua prima apparizione nei play-offs, incassa il fuoricampo da 2 di Larry Walker e la successiva lunga battuta di Scott Rolen, sul rilievo Chad Harville, con cui arrivano altre due segnature (4-3).
La grande forza di volontà guida il line-up di Phil Garner al pareggio: dopo aver mancato una ghiotta occasione al sesto con basi cariche, gli Astros raggiungono il 4-4 nella ripresa successiva con Lance Berkman spinto a casa ancora da Morgan Ensberg con due fuori.
In agguato ci sono però Albert Pujols e Scott Rolen. Nel penultimo attacco, sia il prima base che il terza base si rendono protagonista di un tremendo ‘back-to-back”, due fuoricampo che stendono Danny Miceli (perdente) e spengono definitivamente le velleità di Houston che per la prima volta dal 1986 si trova a disputare la Championship Series della NL. Finisce 6-4 per St- Louis.
Mentre Rolen festeggia il bis, Julian Tavarez vince sul mound con una sola (ma perfetta) ripresa, mentre la salvezza è per Jason Isringhausen.

Stasera, intanto, si torna in campo al Fenway Park con la disputa di gara-3 fra Boston Red Sox e New York Yankees. L’umore dei Bosox non è certo dei migliori visto che, già in svantaggio 2-0 nella serie, non potranno contare nelle prossime gare su Curt Schilling (infortunio alla caviglia destra, possibile intervento dopo i play-offs).
Per il match odierno, Boston si affiderà dunque al ventisettenne Bronson Arroyo (record 10-9, 4.03 di media PGL) mentre New York schiererà il trentanovenne Kevin Brown (10 vittorie e 6 sconfitte, 4.09 la sua percentuale di punti guadagnati).

Informazioni su Filippo Fantasia 664 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.