Il Ceci & Negri completa la tripletta

Una brutta partenza di Massimino fa soffrire i parmensi per 3 inning. Poi arriva l'allungo finale e la gara si chiude 8-4

Il Cantine Ceci & Negri Alimentari chiude la 'stagione regolare' con una vittoria (8-4) davanti al pubblico dello stadio "Europeo-Nino Cavalli" di Parma contro un Elettron Anzio che ha fatto fino in fondo la sua parte. Parma chiude al terzo posto il campionato con 2 gare di vantaggio su Nettuno e incrocerà le armi con la Fortitudo Bologna nei 'play off'.

Era iniziata male per il Ceci & Negri. Il partente Tony Massimino aveva eliminato il primo battitore della partita per poi concedere un singolo interno ad Imperiali, un singolo a sinistra a Tavarez e un doppio a Sanna che portava entrambi a segno.
Al terzo attacco ospite le cose erano andate più o meno allo stesso modo. Con un out, Imperiali era stato colpito. Tavarez con un doppio lo aveva spinto a casa e Sanna aveva fatto segnare lui stesso con un singolo. Dopo la base a Scorziello finiva la partita di Massimino per lasciare spazio a Newman.
Il veterano ha infilato 4 riprese ed un terzo da dominatore, eliminando al piatto 6 avversari e senza concedere valide.
Per le ultime 2 riprese di bloccare gli ospiti si occupava Roberto Corradini.

Fermato l'attacco avversario, il Ceci & Negri si trovava la strada spianata al cambio campo da un colpito, una base e un errore. Illuminati colpiva l'eterno 'Mitraglia' De Rossi con un doppio buono per 3 punti.
Al quarto i parmensi mancavano il pareggio con Vasini. In base grazie ad un doppio, l'esterno destro era il terzo out a casa sul singolo a destra di Zileri.
Al quinto però il Ceci & Negri prendeva in mano definitivamente le redini della gara. Morelo apriva con un singolo e avanzava sull'eliminazione di Chapelli. Dopo la base ad Illuminati, un singolo di Balgera portava a casa il colombiano per il pareggio. Sulla successiva battuta di Caravita, Balgera era il secondo out in seconda, ma l'errore dell'interbase consentiva ad Illuminati di segnare il punto del 5-4.

Un fuoricampo di Caravita con Chapelli in base all'ottavo e il secondo doppio della serata per Vasini futtavano i 3 punti della tranquillità per i parmensi.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.