La Telemarket su due campi

Per arpionare il quarto posto ai Pirati servono tre vittorie contro l'agguerrita T&A e due successi dell'Italeri a Nettuno. Missione impossibile?

E' arrivato il week-end della verità per la Telemarket. L'ultimo turno di regular season potrebbe ancora riservare una lieta sorpresa per i Pirati di Mike Romano ai quali però servono tre vittorie nel derby contro una T&A San Marino che ha già promesso battaglia e contemporaneamente un doppio stop della Danesi Nettuno che li precede in classifica. Una situazione spiacevole alla quale la Telemarket avrebbe potuto porre rimedio molto prima ma piangere sul latte versato non serve a niente ed ora i neroarancioni si trovano a dover praticamente lottare su due campi. Sarebbe un'impresa clamorosa e questo a Rimini nessuno lo nasconde, ma in fondo la speranza è l'ultima a morire e allora tanto vale provarci fino in fondo.
La tripletta di Messina contro il Paternò ha restituito alla truppa di Romano quella fiducia che sembrava ormai persa dopo le due sconfitte patite contro l'Italeri ed insieme un monte di lancio in buone condizioni di forma. Toccherà ad Edmondson aprire le danze domani sera contro Lopez mentre sabato Marchesano se la vedrà con Martignoni e Patrone probabilmente contro Horn (nessuna novità per quanto riguarda il resto della formazione). Tutti sanno che non sono ammessi errori e che al primo inciampo appariranno i titoli di coda ma in questo fine settimana non è la Telemarket ad avere qualcosa da perdere.

Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.