Rimini vince il primo spareggio play-off

I romagnoli battono la Danesi per 3 a 2, respingendo la rimonta finale dei padroni di casa

Va alla Telemarket il primo spareggio play off al Borghese di Nettuno, con il minimo sforzo la formazione di Mike Romano vince per 3 a 2 scongiurando nel finale il disperato tentativo di rimonta dei padroni di casa e si piazza al quarto posto, proprio in compagnia della Danesi.
Al primo il Nettuno passa in vantaggio, singolo di Candela che ruba la seconda ed arriva a punto grazie a due rimbalzanti interne di Martins e Schiavetti. Il pareggio riminese arriva al cambio di campo, praticamente fa tutto il partente nettunese Pena. Quattro ball a Gaiardo, che arriva in seconda su lancio pazzo, quindi la volata dell'ex di turno Castrì lo spinge in terza, il secondo lancio pazzo della ripresa del pitcher di casa vale l'1 a 1.
Al quarto i romagnoli passano in vantaggio, con Chiarini in prima per quattro ball e due fuori doppio lungolinea a sinistra di Castrì. Al sesto con un out arriva un'altra battuta da extrabase, stavolta di Buccheri, un triplo che poi viene seguito dalla volata di sacrificio di Chiarini per il 3 a 1.
Al settimo con due fuori il Nettuno rischia di capitolare ancora, con due fuori singoli in sequenza di Osuna e Rodriguez, quattro ball a Buccheri e con tre corridori in base la rimbalzante di Chiarini è difesa da Martins che chiude l'eliminazione con qualche brivido, causa un'assistenza non certo impeccabile.
All'ottavo sale sul monte Mauro Salciccia, che concede una rimbalzante a Gaiardo sulla quale però Martins sbaglia l'assistenza e lo manda in seconda. Poi il giovane rilievo della Danesi lascia Castrì, Tassinari e Baldacci al piatto, e chiude senza danni anche la nona ripresa ancora con un K.
Per il Rimini sembrerebbe fatta, ma al nono con uno fuori il Nettuno ha una reazione d'orgoglio, tre singoli consecutivi di Peppe Mazzanti, Miller e D'Auria per il 3 a 2. Finisce la partita di Edmonson, sale Cabalisti che con due in base costringe Patrone e Mazzanti a due innocue volate conquistando la salvezza.

Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.