Il Nettuno terzo a L'Avana

Una rappresentativa della società tirrenica ha partecipato al torneo 45° anniversario della Rivoluzione Cubana – Copa Juan Ealo

Un ottimo terzo posto è il risultato della partecipazione di una rappresentativa del Nettuno Baseball Club al torneo “45° anniversario della Rivoluzione Cubana – Copa Juan Ealo“, riservato alla categoria ragazzi e disputatosi a L'Avana.
Guidata da Pablo Miguel Abreu, tecnico cubano che attualmente è nello staff della Reggiana Baseball, e da Piero Laurenzi, proveniente invece dal settore giovanile del Nettuno Baseball, la formazione nettunese aveva vinto cinque delle sette partite delle eliminatorie, perdere la semifinale e vincere poi per 7 a 3 la partita per il 3° posto assoluto contro Guanagaboa.
Al torneo partecipavano, oltre al Nettuno, anche le selezioni dei vari municipi della città cubana, anch'esse composte da giocatori della stessa categoria e peraltro di ottimo livello. “Si è trattato di un'esperienza molto interessante per tutti i ragazzi, che provenivano anche da Milano, Parma, Reggio Emilia – ci dice Piero Laurenzi – abbiamo giocato contro squadre composte per lo più da elementi al primo anno della categoria, ma comunque molto valide e ben attrezzate, e per questo possiamo essere soddisfatti di quanto ottenuto“.
Non sono nemmeno mancati gli imprevisti, come il ciclone che proprio in quei giorni si è abbattuto prima sui Caraibi, quindi in Florida causando ingenti danni. Fortuna ha voluto che sulle coste cubane il tifone era ancora in fase di “accelerazione”. “Dove eravamo alloggiati noi non ha fatto molti danni, per fortuna, il disagio si è limitato ad una giornata senza acqua e corrente elettrica. Ma niente di più, grazie anche alle forze dell'ordine che nei giorni precedenti avevano avvertito la popolazione della cosa mettendola all'erta. Dal canto nostro, noi siamo rimasti chiusi tutto il giorno in albergo“.
Con questo del 2004 è la terza volta che una squadra di Nettuno partecipa ad un torneo di così alto livello a Cuba, ad organizzare la trasferta ci ha pensato l'attuale manager della Danesi Nettuno, Ruggero Bagialemani, grazie anche all'aiuto della società stessa e di una serie di sponsor, che vale la pena citare. Si tratta di Allegri calzature, Edilsusi, Giada Sas, Evergreen, Dolce Notte, Franco Legnami, Carrozzeria D'Angeli Genesio, Ales costruzioni Roma, Banca di Credito Cooperativo di Nettuno, Agenzia Immobiliare Intercasa, Valeri Sport e San Giorgio spa.

Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.