Esordio vincente per Cuba

I caraibici superano l'Australia, il Canada travolge Taiwan e l'Olanda surclassa la Grecia

Senza particolari sorprese la prima giornata del torneo olimpico, Cuba riscatta le prove opache del torneo di Nettuno dominando l'Australia, il Canada conferma la sua potenza contro Taiwan, e la Grecia si rivela squadra "materasso" del torneo, ma veniamo al dettaglio.

Cuba ha battuto abbastanza facilmente l’Australia, aldilà di quanto dica il 4-1 finale, la squadra di Velez è passata in vantaggio quasi subito, incrementando pian piano il punteggio e gestendo il vantaggio fino alla fine.
Il primo punto è arrivato al primo inning, con un solo-homer di Enriquez, al terzo inning, Gourriel arriva salvo su una scelta difesa, avanza in seconda su errore e segna sul singolo di Urrutia.
Al sesto inning il solito Urrutia porta il punteggio sul 3-0 con un fuoricampo, mentre al settimo, un altro errore condanna gli australiani, il terza base Williams non trattiene e Tabares arriva salvo in prima con zero out.
Gioco facile per i cubani, smorzata, rubata, ed Enriquez spinge a casa Tabares, con un singolo, 4-0.
Punto della consolazione per l’Australia al nono, battuto a casa da Utting.
Lanciatore vincente Adiel Palma, 2 valide concesse in 8 riprese, salvezza per Martinez, a sua volta rilievo di Lazo in grossa difficoltà, che subiva il punto e tre valide in soli 0.2 riprese, sconfitta per Craig Anderson.
Al termine Velez è apparso molto soddisfatto di Palma ”E’ in grande condizione, e riporterà l’oro a Cuba!”.

Esordio più che convincente per il Canada, che ha superato nettamente Taiwan per 7-0, il manager Whitt ha schierato il numero 1 della rotazione, Mike Johnson, il quale si è esibito in una gara quasi perfetta, 4 valide concesse, una base ball e nessun punto in 7 riprese.
Taiwan rispondeva con Chang Chih-Chia, che vedeva entrare i primi due punti al secondo inning, complici due errori della difesa, puniti da Clapp, che con un singolo mandava a punto Betts e Stern.
Il quarto inning iniziava con due singoli di Radmanovich e Guiel, dopo una eliminazione, con corridori agli angoli, una volata di sacrificio di Orr spingeva a casa Radmanovich per il 3-0.
Taiwan raggiungeva la terza base al quinto, ma non riusciva a sfruttare l’occasione, al contrario dei canadesi al settimo.
Contro il nuovo entrato Lin Ying-Chieh, Orr esordiva con un singolo, poi grazie ad una palla mancata su Klassen, ed una rubata, arrivava in terza.
A quel punto era Pierre-Luc LaForest a mettere la firma sulla partita, con un doppio che permetteva ai due compagni di segnare il 5-0.
Il doppio di Guiel, il triplo di Stern ed il singolo di Orr mettevano in cascina altri due punti per il 7-0 finale, difeso dai due super rilievi Mears e Mette.

Dura lezione per i padroni di casa della Grecia, sconfitti severamente dall’Olanda per
Il risultato si sbloccava al quarto inning, aperto da un doppio di Adriana, a cui fa seguito una scelta difesa non riuscita sulla battuta di Van’t klooster, che mette i corridori agli angoli.
L’occasione è ghiotta e De Caster spedisce la palla fuori per il 3-0, ma non finisce qui.
Balentien guadagna la base per ball, poi le valide di Isenia, Legito, Kingsale, e l’errore di Markakis, portano a 6 i punti per gli orange.
Mettono una pezza i rilievi Spencer, Cremidans e Soteropoulos, che rilevano il disastroso Zavaras, e bloccano l’Olanda sino al nono inning.
Sul monte orange, invece, domina Calvin Maduro, che non dà scampo agli avversari, 2 sole valide concesse in 7 riprese, il pitcher olandese viene poi rilevato da Jongejan e Draijer, che invece di valide non ne concedono nemmeno una.
Al nono l’Olanda colpisce nuovamente, con Heisler a lanciare per la Grecia, un’altra serie di valide, tra cui l’homerun da due punti di Balentien, portano il risultato sul definitivo 11-0.

Riepilogo risultati:

Italia – Giappone 0-12 (7)
Cuba – Australia 4-1
Canada – Taiwan 7-0
Grecia – Olanda

Classifica: (vittorie – sconfitte)
Cuba 1-0, Giappone 1-0, Canada 1-0, Olanda 1-0 , Grecia 0-1, Taiwan 0-1, Italia 0-1, Australia 0-1.

Informazioni su Davide Bertoncini 138 Articoli
Davide Bertoncini nasce il 04/12/1974 a S.Secondo (PR), in gioventù pratica gli sport più disparati, ed arriva a conoscere il baseball quasi per caso, a 23 anni dopo essere stato “costretto” da un amico a giocare in una squadra di slow-pitch.Dopo lo smarrimento iniziale Davide si appassiona al gioco e comincia seguire il baseball professionistico americano e in seguito quello italiano.Dopo un anno si ritrova, non per meriti, ma per necessità, a giocare nel “Dopolavoro Ondaemilia” squadra allenata e diretta da Riccardo Schiroli.Vista la passione crescente, Davide si propone di collaborare ad un progetto nato da poco Baseball.it , e dopo qualche mese comincia a scrivere nelle sezione dedicata al baseball USA.In seguito gli viene affidata la gestione di Softball.it, sito gemello di Baseball.it dedicato esclusivamente al softball, e segue come inviato gli Europei Juniores di Chocen ed i Mondiali Seniores di Saskatoon, oltre a vari tornei minori.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.