Garciaparra lascia Boston

Nel weekend si sono conclusi gli ultimi scambi, Randy Johnson resta in Arizona

Il 31 Luglio è scaduto il termine per i trasferimenti, e l’attenzione era più focalizzata su quelli che sulle partite, vediamo di fare un piccolo riepilogo degli ultimi scambi.
Innanzitutto, Randy Johnson è rimasto nella sua squadra, e questa è forse la notizia più importante, visto che il giocatore era dato sul piede di partenza da tutti i media.
Lo scambio numericamente più cospicuo ha coinvolto quattro squadre, i Boston Red Sox hanno acquistato l’interbase Orlando Cabrera dagli Expos, ed il prima base Mientkiewicz dai Twins, i Cubs si sono aggiudicati Nomar Garciaparra, ed hanno ceduto Alex Gonzalez agli Expos ed il lanciatore Jacque Jones ai Twins.
Nello scambio sono stati coinvolti anche alcuni giocatori minori e varie ‘cash consideration”, ovvero moneta sonante.
I Dodgers hanno acquistato dai Diamondbacks l’esterno Steve Finley ed il catcher Brent Mauyne, in cambio di tre prospetti, e gli Yankees, che non sono riusciti a ìd arrivare a Randy Johnson, hanno ripiegato su Esteban Loaiza dei White Sox, a Chicago è andato il cubano Contreras.

Veniamo ora ai risultati del weekend, una vittoria a testa tra White Sox e Tigers, sabato Detroit ha deciso la gara al decimo, grazie ad una base ball concessa a basi piene da Cliff Politte, per il 3-2 finale.
Domenica riscatto dei Sox per 6-4, che restano a 5 partite dai Twins, vittoriosi per ben due volte su Boston, sempre con un punto di scarto, 5-4 e 4-3.
Sabato è stato Jones a decidere la sfida all’ottavo con un solo-homerun, Nathan ha poi ottenuto la 29esima salvezza, domenica, invece, un errore dell’esordiente Cabrera ha permesso ai Twins di segnare il punto del sorpasso, sempre all’ottavo, poi ci ha pensato ancora Joe Nathan ha congelare la partita, per lui salvezza numero 30.
Gli Yankees si sono imposti di potenza sugli Orioles, 6-4 e 9-7, fuoricampo per Alex Rodriguez in entrambe le giornate, e New York prende il largo nella AL East, con 9 partite di vantaggio su Boston.
Nel weekend si sono affrontate anche le altre due squadre della division, Toronto e Tampa Bay, l’hanno spuntata i Devil Rays, 6-5 e 5-3, confermando il loro buon momento, ed arrivano a quota 50 vittorie, la cura Pinella sembra funzionare, e Tampa si avvia a disputare il miglior campionato della sua breve storia.
Due vittorie di misura anche per gli Angels sui Mariners, 9-8 all’undicesimo, sabato, con fuoricampo da due punti decisivo di Josè Guillen, e 3-2 domenica, con il doppio di Quinlan a portare in vantaggio gli Angels al sesto, al resto ci ha pensato il pitching staff, vittoria per Colon, e salvezza per Shields.
Gli Athletics hanno sorpassato Texas in vetta alla AL West, grazie ai due successi nello scontro diretto, 9-4 sabato con una grande prestazione al piatto di tutto il lineup (11 valide), mentre il 4-1 di domenica è sotto il segno di Eric Chavez (1 hr 2 h 1 rbi) e Adam Melhuse (1 h 2 rbi).
Chiudeva il programma Cleveland-Kansas City, le due vittorie dei Royals (10-3 e 8-7) hanno inguaiato gli Indians, ora con 6 gare di distacco da Minnesota nella Central.

Nella National League, Houston e Cincinnati si sono affrontate per ben tre volte in due giorni, con gli Astros che hanno portato a casa 2 partite, tutte e due le squadre rimangono comunque nella lotta per al wild card.
Al primo posto solitari i Cardinals di Tony La Russa, che nel weekend hanno diviso la posta in palio con i Giants.
Sabato i Giants hanno segnato 8 punti nel primo inning, i Cardinals hanno rimontato fino al 7-8, ma Jason Christensen ha chiuso facendo battere in diamante Womack.
Domenica perentoria affermazione di St. Louis per 6-1, centesima vittoria per Woody Williams, e fuoricampo da due punti per Scott Rolen in avvio di partita.
Una delle squadre più attive sul mercato negli ultimi giorni, i Mets, sono stati battuti due volte dai Braves, 8-0 e 6-5, ed hanno visto aumentare a 9 partite il distacco dalla vetta.
Philadelphia ha battuto i Cubs 4-3 sabato, grazie ad un grande Kevin Milwood, ma hanno ceduto il passo la domenica, nell’esordio di Garciaparra con la sua nuova squadra, 6-3 per i ‘cuccioli” che hanno deciso al partita al settimo segnando 4 punti.
Solo una partita tra Montreal e Florida, vittoria per gli Expos sabato per 8-5, sospensione per pioggia la domenica.
Una vittoria per parte un due combattute partite tra Padres e Dodgers, San Diego l’ha spuntata 3-2 al sabato, segnando due punti all’ottavo grazie ai singoli di Loretta e Nevin.
Rivincita Dodgers il giorno dopo, 2-1 al 12esimo inning, con un pinch-hit homerun di Robin Ventura.
Nelle altre due sfide, una vittoria per parte tra Pittsburgh e Milwaukee (4-1, 7-8) e doppia affermazione dei Rockies sui Diamondbacks (8-4 e 10-2) due squadre ormai fuori dalla lotta per la postseason.

Informazioni su Davide Bertoncini 138 Articoli
Davide Bertoncini nasce il 04/12/1974 a S.Secondo (PR), in gioventù pratica gli sport più disparati, ed arriva a conoscere il baseball quasi per caso, a 23 anni dopo essere stato “costretto” da un amico a giocare in una squadra di slow-pitch.Dopo lo smarrimento iniziale Davide si appassiona al gioco e comincia seguire il baseball professionistico americano e in seguito quello italiano.Dopo un anno si ritrova, non per meriti, ma per necessità, a giocare nel “Dopolavoro Ondaemilia” squadra allenata e diretta da Riccardo Schiroli.Vista la passione crescente, Davide si propone di collaborare ad un progetto nato da poco Baseball.it , e dopo qualche mese comincia a scrivere nelle sezione dedicata al baseball USA.In seguito gli viene affidata la gestione di Softball.it, sito gemello di Baseball.it dedicato esclusivamente al softball, e segue come inviato gli Europei Juniores di Chocen ed i Mondiali Seniores di Saskatoon, oltre a vari tornei minori.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.