Quella “sporca decina”

I campioni in carica dei Florida Marlins interrompono la corsa dei Pittsburgh Pirates, fermi quindi a 10 vittorie consecutive – Complete game per Johan Santana dei Twins (3 hits e 13 strike-outs)

Mentre la All-Star Game di Houston comincia a scaldare i motori e attende di conoscere oggi l’esito finale delle votazioni, l’attenzione è tutta puntata su quanto accade al vertice delle varie ‘division” con squadre che lottano gagliardamente testa a testa a poche gare di distanza l’una dall’altra. Una volta tanto, però, la disamina parte dal fondo preferendo un percorso ‘bottom-up”.
Si è infatti fermata a dieci vittorie l’orgogliosa galoppata dei Pittsburgh Pirates, ”Cenerentola” della Central Division della NATIONAL LEAGUE, battuti 6-3 dai Florida Marlins, campioni in carica.
I ‘pirati”, che stanno onorando al meglio la stagione agonistica giunta oramai al giro di boa, hanno visto interrompere la loro striscia vincente (la più lunga dal 1996) quando Alex Gonzalez al settimo inning ha scaraventato la pallina oltre il limite portando a casa 3 punti. Ventottesima salvezza per Armando Benitez.
Chi non conosce ostacoli, sempre nella Central, sono i St. Louis Cardinals al quinto successo di fila dopo il 5-3 inflitto ai Cincinnati Reds. In casa i Cards sono quasi imbattibili (12 vittorie su 14 incontri) ma ieri hanno dovuto ringraziare Jim Edmonds, autore di un fuoricampo e di una spettacolare presa difensiva con il guanto proteso oltre il limite esterno.
E’ di cinque affermazioni anche la ‘winning streak” dei San Diego Padres e dei Colorado Rockies. I californiani hanno superato 5-3 gli Houston Astros (ottavo trionfo casalingo consecutivo con i solo-homer di Brian Giles e Mark Loretta) mentre la squadra di Denver espugna per 8-6 il campo dei San Francisco Giants (al nono inning il singolo decisivo di Jeromy Burnitz che batte anche un fuoricampo da 3 punti).
A San Juan de Portorico, uno striminzito ma efficace 1-0 permette agli Atlanta Braves di battere i ‘padroni di casa” dei Montreal Expos grazie alla pregevole prova sul mound offerta da Russ Ortiz che lancia sette inning perfetti.
Davvero una gran bella figura fuori casa per anche per i New York Mets che strappano un prezioso 4-1 ai Philadelphia Phillies, davanti ai newyorchesi di sole 2 partite. I Mets, in gran recupero, brillano con Al Leiter sul monte e Kaz Matsui nel box.
Keith Ginter batte un fuoricampo su Mark Prior, Victor Santos ottiene la sesta vittoria in sette gare da partente ed i Milwaukee Brewers battono i Chicago Cubs per 4-2, complice anche un errore del debuttante terza base dei Cubs Brendan Harris. Salvezza numero 26 per Dan Kolb.
Eric Gagne, again. Entra al nono inning, lancia e chiude senza problemi, ottenendo la sua ventiduesima salvezza, il giorno dopo aver visto sbarrata la strada al suo record precedente di 84 salvezze. Ma soprattutto vincono i Los Angeles Dodgers, 4-1 sugli Arizona Diamondbacks.

Nella AMERICAN LEAGUE, torna il sorriso sulle labbra dei Boston Red Sox. Dopo le 5 scoppole rimediate in trasferta, tra cui il triplice sweep contro gli Yankees, la squadra allenata da Terry Francona vince al Fenway Park con un nettissimo 11-0 contro gli Oakland Athletics. Il successo porta la firma di Tim Wakefield, vincente sul monte di lancio con i suoi insidiosi knuckleball, e Johnny Damon, protagonista nel box con 5 singoli.
Capitolano invece i rivali New York Yankees, battuti con un sonoro 9-1 dai Detroit Tigers, letteralmente ispirati da Jason Johnson (8 riprese da applauso) e da due fuoricampo di Rondell White e Bobby Higginson. 3 doppi per Dmitri Young.
41-41 il record dei Tampa Bay Devil Rays dopo il 3-1 in trasferta sui Baltimore Orioles. 8 riprese senza concedere nessun punto per Mark Hendrickson, in attacco si distingue invece Rocco Baldelli con 4 valide.
Con un fuoricampo da 3 punti, il designato degli Anaheim Angels, Jeff DaVanon, rovina la festa al ventottenne lanciatore dei Chicago White Sox, il venezuelano Freddy Garcia, che aveva appena rinnovato il suo contratto per altri 3 anni per 27 milioni di dollari dopo essere stato ceduto da Seattle. Il roster di Mike Scioscia vince per 6-2 costringendo i White Sox alla quarta sconfitta di fila, ma sempre a ridosso di Minnesota, leader della AL Central.
Minnesota Twins che calano un bel 4-0 sui Kansas City Royals, al dodicesimo stop in 13 incontri. Un super Johan Santana completa una gara assolutamente straordinaria in cui ottiene 13 strike-outs e lascia solo 3 valide agli avversari.
Infine, due affermazioni interne per Cleveland Indians (4-1 sui Texas Rangers con Cliff Lee che porta il suo record personale sull’8-1) e dei Toronto Blue Jays sui Seattle Mariners (7-6 con il rookie Jason Frasor che lancia la sua nona salvezza stagionale).

Informazioni su Filippo Fantasia 668 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.