Pedro Medina : Stiamo facendo bene.

Le considerazioni del manager cubano che attualmente guida la classifica con il suo Prink sulla squadra e sulla lotta per accedere ai playoffs.

La sua squadra sta dominando il campionato. Dopo trentatre gare il record per il Bbc Prink Grosseto è 29 vittorie – 4 sconfitte, lo scorso anno, allo stesso punto della regular season, la dominatrice Italeri Bologna aveva una sconfitta in più. Sempre lo scorso anno, dopo la seconda giornata di ritorno, i maremmani avevano già collezionato 14 sconfitte. Questo anno Pedro Medina, manager del Prink capolista, si è trovato a condurre un team costruito per vincere, con giocatori provenienti da nazioni diverse e diversi livelli di campionato. L’allenatore cubano, assecondato dalla società, ha lavorato bene e con l’esperienza ed il lavoro è riuscito a costruire una macchina da vittorie, dove l’obbiettivo comune viene prima di tutto, ma, allo stesso tempo, il talento dei singoli può esprimersi liberamente.
Medina il Prink ha una vittoria in meno rispetto all’Italeri dello scorso anno, alla stessa giornata. Quali sono le tue considerazioni ?
‘Sono molto contento di questo risultato. La squadra sta lavorando molto bene. Tutti vogliamo lo stesso risultato, l’obbiettivo è andare sempre avanti e vincere il più possibile. Siamo consapevoli di essere forti ed i giocatori lo vogliono dimostrare sempre, qualunque sia l’avversario”.
Come sta la squadra a questo punto della stagione ?
‘Stiamo molto bene. Fisicamente siamo a posto e giochiamo tutte le gare con molta intensità”.
Dopo la sosta farai i conti per amministrare la squadra sino ai playoffs?
‘Durante la sosta lavoreremo come sempre. Cercheremo di giocare sempre allo stesso livello, senza fare conti. La mia intenzione, ma è così dall’inizio della stagione, è dare spazio a tutti i giocatori a mia disposizione per portarli nello stesso stato di forma per i playoffs”.
Le tue considerazioni sul campionato con un occhio alla lotta per i playoffs?
‘Noi e Bologna stiamo andando molto bene. Rimini sta ritornando forte. E’ una bella squadra, ed è molto pericolosa in vista dei playoffs perché hanno forza ed esperienza. Parma è sempre temibile, come abbiamo visto questa settimana. Nettuno ha avuto qualche problema quest’anno, ma anche loro sono avversari sempre da rispettare. Non so dirti chi andrà nei playoffs, ma le squadre sono queste”.
Per quanto riguarda la lotta per non retrocedere ?
‘Per fortuna non è un problema che mi riguarda”.

Informazioni su Gianni Vellutini 270 Articoli
Nato a Grosseto il 5.3.1965. Laureato in scienze politiche è funzionario comunale. Appassionato di baseball sin dai tempi del mitico John Self, ha iniziato a giocare nei ragazzi del Bbc nel 1972. Nella società biancorossa ha fatto tutta la trafila delle squadre giovanili sino al titolo di campione d’Italia P.O. nel 1982. Lasciato il baseball giocato è stato tesserato, come tecnico, per le società Acquile Rosse e Airone Baseball. Giornalista pubblicista dal 1989, attualmente, oltre che su Baseball.it, scrive di baseball sul quotidiano La Nazione dopo aver collaborato per diversi anni con la redazione grossetana de Il Tirreno. E'stato addetto stampa del Bbc Grosseto nella stagione 1995 ed addetto stampa della Pallavolo Grosseto dal 1989 al 1997. Ha seguito, come inviato di Baseball.it, lo stage in Sicilia delle nazionali di Faraone e Montanini, quindi il I° Campionato Mondiale Universitario di Baseball, svoltosi a Messina dal 1-11 agosto 2002, dove è stato anche lo speaker ufficiale della manifestazione insieme a Giancarlo Mangini. Nel 2004 ha seguito il Trofeo Civelli per nazionali juniores in Friuli Venezia Giulia.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.