Alla Danesi bastano quattro punti

La rimonta dell'Italeri non riesce. Billisi annulla per otto riprese l'attacco bolognese. Micidiale D'Auria nel box

Al terzo tentativo la Danesi riesce a centrare la vittoria al ‘Falchi”, ispirata da D’Auria in attacco (4 su 4 nel box, due doppi e primo e quarto punto nettunese battuto a casa) e con sul monte di lancio un Billisi che ha tenuto a lungo a stecchetto l’ordine di battuta dell’Italeri. Nel finale l’Italeri ha fatto pensare alla possibilità di recupero clamoroso, ma il suo tentativo di rientro è stato fermato a un punto da Colaceci.
Dicevamo di Billisi, che ha tenuto ad una valida Solano e soci per le prime quattro riprese. A quota tre dopo due terzi di partita, con due da ascrivere alla mazza di Dallospedale (3 su 5 alla fine). Cinque, con un punto subito (colpito Lele Frignani, singolo Fontana, singolo Pantaleoni, con in mezzo due strikeout su Antigua e Pantaleoni, e Dallospedale al volo da Paoletti a chiudere limitando i danni), a fine ottavo inning.
Cretis invece, in pedana per la squadra bolognese, ha avuto difficoltà con l’area dello strike al 1° (base a Martins e Schiavetti, dopo il primo out, quindi sigolo a D’Auria, dopo aver lasciato al piatto Giuseppe Mazzanti), cavandosela a ogni buon conto con un solo punto subito. Poi, passato indenne dal turno basso avversario al 2°, al giro successivo si trova centrato in successione, con uno fuori, da un doppio di Martins, un singolo di Schiavetti (2-0), un triplo di Giuseppe Mazzanti (3-0), un doppio di D’Auria (4-0) e un singolo di Leonardo Mazzanti. Da lì in poi però solo D’Auria rivedrà la prima per la Danesi, tanto sui lanci di Cretis, quanto su quelli dei rilievi Incantalupo (dal 7°) e Milano (nel nono inning). E, tutto sommato, c’è la possibilità che l’Italeri non sia ancora fuori dalla partita. Anche se quando tenta di rialzare la testa, al 5°, con il primo battitore (Antigua) in prima su valido, si vede segare le gambe da un doppio gioco inventato dall’arbitro di prima Giabbani, sulla battuta di Fontana. Anche se al 7° lascia tre corridori sulle basi in occasione della segnatura del suo primo punto.
Infatti, dopo che Billisi ha risolto l’8° con due ‘kappa” su Lele Frignani e Antigua, all’ultimo assalto l’Italeri a un niente dall’incredibile. Con Fontana primo eliminato, base ball a Pantaleoni, Urueta eliminato in diamante, triplo di Rigoli: 4 a 2. Singolo Dallospedale e 4 a 3. Con corridori agli angoli, fuori Billisi e dentro Colaceci. Base a Liverziani (la quarta per lui della partita). Conto pieno sul quarto in battuta, Solano, e il rilievo della Danesi si merita tutta la salvezza, facendo battere il designato felsineo su Martins che ottiene il ventisettesimo out assistendo in prima a D’Auria.

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.