L'Italeri vince una gara fallosa

La gara è stata condizionata da errori di tutti i generi. Bologna si impone (7-2) e la Fiume contesta gli arbitri: espulso Labastidas

L'Italeri Bologna ha fatto sua la prima delle 3 sfide del “Torri” di Modena con la Fiume Costruzioni al termine di una gara combattuta ma tutt'altro che bella, condita come è stata da errori di tutti i generi.

Bologna segna in avvio. Rigoli batte valido al centro, avanza in seconda su un 'bunt' a sorpresa di Dallospedale, in terza sulla battuta in doppio gioco di Liverziani (l'out in prima ha rappresentato la prima contestazione della serata) e tocca casa base su una battuta corta di Frignani, che atterra esattamente a metà strada tra il lanciatore e il seconda base.
Contro Matos Modena ottiene poco, ma quel poco basta al quarto per pareggiare. Con 2 out, Canate arriva salvo su errore combinato tra il terza base Sheldon e il prima base Liverziani e poi ruba la seconda. La successiva battuta di Laffi è ancora verso Sheldon, che assiste basso in prima. Liverziani ferma la palla, ma non riesce a completare l'eliminazione. Giunto alla chetichella in terza, Canate azzarda la corsa a punto e batte millimetricamente il tiro di Liverziani, segnando il punto del pareggio.

Al sesto l'Italeri torna in vantaggio. Con Liverziani in prima, Ventura prima mette al piatto Frignani (che contesta il terzo strike) e poi si fa sfuggire un cambio troppo vicino all'area dello strike, che Fontana spedisce dietro l'esterno sinistro per un triplo che vale il 2-1.

Al settimo la gara si decide. Con un out, Urueta impegna Tamburro con una rimbalzante alla sinistra del seconda base. L'italo americano sembrerebbe riuscire a battere la corsa del 'rookie' nato in Colombia, ma la percezione dell'arbitro Menicucci è diversa. Sheldon segue con un lungo linea a sinistra che supera Canate proteso in tuffo. Il Modena reclama il foul ball, ma l'arbitro Screti segnala che la palla è buona. Ne esce un parapiglia che porta all'espulsione del coach modenese Labastidas. Alla ripresa, Ventura passa in base per ball Rigoli. Dallospedale segue con una rimbalzante corta, sulla quale si avventa Canate. Il tiro del 'Diablo' colpisce però Urueta lanciato a casa e schizza lontano dal ricevitore Malagoli. Anche Sheldon arriva a casa, portando il risultato sul 4-1. Il Modena va nel pallone. Ventura concede il quinto punto a Rigoli con un lancio pazzo, poi passa in base Liverziani, quindi fa battere sull'interbase Frignani. Potrebbe essere il doppio gioco ammazza inning, ma Laffi non trattiene il tiro di Tamburro e anche Dallospedale segna.
La gara di fatto termina qui.

Nelle ultime 2 riprese c'è spazio per il settimo punto bolognese (lo segna, contro il rilievo Orta, Liverziani, su valida di Fontana) e per il secondo punto di Modena. E' Munoz che batte un triplo e tocca casa base su lancio pazzo.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.