Modena, rientra Matteo Nava

Dopo 8 mesi di assenza ed un lungo recupero, il ventiduenne lanciatore torna in squadra ma non verrà schierato come partente – Paglioli manda in campo la formazione tipo

‘Per sei mesi sono stato lontano dal monte, senza toccare palla. Poi gradualmente ho ripreso gli allenamenti, senza forzare, e da diverse settimane stavo già lanciando. Ma prima di tornare in campo volevo essere al 100% per rendermi davvero utile al Modena. Non provavo dolore al braccio, ero solo un po’ sfiduciato ma pian piano ho recuperato tutto l’entusiasmo ed ora ho proprio tanta voglia di giocare”.
E il grande momento per Matteo Nava è finalmente arrivato. Dopo otto lunghi mesi lontano dai diamanti italiani (da quel 16 settembre 2003 quando lanciò per l’ultima volta in gara 2 delle semifinali con il Rimini prima di infortunarsi e costretto a saltare le finali scudetto contro Bologna), il ventiduenne lanciatore del Fiume Costruzioni Modena rientra ufficialmente in squadra aggregandosi ai compagni in vista della delicata trasferta in terra romagnola.
Contro la Telemarket, Nava sarà nel dug-out ma è escluso un suo utilizzo come partente. Tuttavia Mauro Paglioli promette che ‘all’occorrenza potrebbe dare una mano alla squadra per qualche inning”.
Entrambe le formazioni si affrontano dopo aver perso fuori casa tutti e 3 i match dello scorso week-end, anche se l’allenatore dei ‘canarini” è fiducioso di poter fare bella figura dopo il positivo test di ieri sera contro la nazionale dei Probabili Olimpici.
E’ quindi un Modena in formazione tipo quello che scenderà in campo a Rimini. Unico dubbio su Carlos Ciavaglia che, dopo aver debuttato come pinch-hitter in gara-1 a Grosseto, non è ancora in perfette condizioni per poter lanciare. Inviarata la rotazione sul mound con Cipriano Ventura partente in gara-1, William Lucena in gara-2 e Michele Toriaco in gara-3.

Informazioni su Filippo Fantasia 664 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.