I Warriors con un Di Mare in più

E’ finalmente arrivato l’interbase già protagonista con i sicliani nel 2003.

Poche nuove, buone nuove; questo il motto del Paternò di questa settimana: ancora in attesa dei rinforzi sul monte ritardati dalle solite difficoltà burocratiche, i siciliani possono comunque contare sul rientro in Italia di Boris Di Mare, interbase titolare l’anno scorso. Di Mare è arrivato il 3 maggio e si è già allenato con i compagni. Sarà quindi sicuramente della partita questo week-end. ‘Il nostro obbiettivo è vincerne più del Rho – ci dice il coach Messina – in modo da tenere una diretta concorrente quanto più lontana possibile”.
I siciliani andranno ad affrontare il Rajo Saim Rho con il morale alto, dopo la doppietta contro il temibile San Marino e sperano che l’arrivo del loro interbase sistemi gli evidenti problemi in difesa dovuti soprattutto al fatto di schierare il bomber Casimiro fuori dal suo ruolo naturale. In attacco sono fiduciosi anche grazie ai miglioramenti di Bruzon e di tutto il line up in generale.
La rotazione sarà quindi obbligata con Sanchez Lopez, Pezzullo e Torres partenti nell’ordine. Il diamante vedrà all’esterno da destra a sinistra: Sciacca, Bruzon, Rizzo. In diamante vedremo Di Mare shortstop, Casimiro in terza, Lo Cascio in seconda, Agli in prima e Gorrin dietro il piatto. Arias sarà il battitore designato e potrebbe scambiarsi di ruolo con Rizzo.

Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.