Botta e risposta con….

Cronaca di un'intervista impossibile

Uno dei grandi desideri della mia vita è sempre stato quello di sedermi di fronte a lei per fare una lunga chiacchierata, parlando di baseball e di vita in generale: finalmente il mio giorno fortunato è arrivato! L’altra sera, mentre mi accingevo a tornare a casa dopo una lunga giornata di lavoro, l’ho finalmente incontrata e, passata l’emozione iniziale, ho trovato la forza per chiederle quella tanto desiderata intervista: l’indomani me la ritrovai di fronte con il mio taccuino pieno di domande, in attesa soltanto delle sue risposte…..

Domanda: prima di iniziare vorrei ringraziarti pubblicamente per avermi concesso parte del tuo prezioso tempo.
Risposta: grazie a te per avermi invitata ed un saluto a tutti gli appassionati di baseball

Domanda: Qual’è il tuo rapporto con lo sport in generale?
Risposta: Diciamo che seguo un po’ tutti gli sport, ma per ovvie ragioni non ne ho mai praticato nessuno. Tutto quello che è aggregazione sociale, tutto quello che crea entusiasmo nella gente, tutto quello che appassiona, non potrebbe mai lasciarmi indifferente.

Domanda: ….e con il baseball?
Risposta: adoro questo sport: l’intensità, la ricerca continua di avanzare, fanno sì che molti aspetti di questo gioco siano paragonabili alla vita stessa. Vedere giocatori miliardari buttarsi con la testa nella polvere pur di guadagnare una base mi ha sempre affascinato tantissimo.

Domanda: Attentati, terrorismo, guerre, dove andremo a finire?
Risposta: In tutte le cose esistono i buoni ed i cattivi, è sempre stato così. Nel mondo moderno i cattivi si chiamano terroristi e dittatori, ma la sostanza non cambia. Quello che conta è che questi presto saranno sconfitti perché, non lo dimenticare, i buoni alla fine vincono sempre….

Domanda: Ritornando al baseball, si parla tanto di doping e di regole, che idea ti sei fatta in proposito?
Risposta: Ho sentito purtroppo che alcuni preferiscono fare i furbi per ottenere prestazioni sportive superiori al loro potenziale. A questi signori dico di fare molta attenzione, perché queste sostanze non fanno soltanto male allo sport, ma principalmente a loro stessi, portando con l’andare degli anni gravi malattie. Qualche vittoria in più non giustifica qualche anno di vita in meno, pensateci….

Domanda: Cosa pensi di George Steinbrenner, santo o diavolo?
Risposta: Ognuno è libero di fare dei propri soldi quello che vuole, basta che lo faccia nel rispetto delle regole: che io sappia questo signore non ne ha mai infranta nessuna. Dal punto di vista morale potrebbe essere certo criticabile, ma vedrete che prima o poi capirà…..

Domanda: Le squadre dei Boston Red Sox e dei Chicago Cubs riusciranno finalmente a sconfiggere il destino?
Risposta: Sicuramente sì, ma non tutte e due quest’anno!! Scherzi a parte, conosco le ‘maledizioni” che affliggono da anni queste due squadre, ma alla fine ritengo che il problema si possa risolvere soltanto costruendo una grande squadra, e Boston e Chicago mi sembra abbiano giocatori davvero straordinari. Ritengo che maledizioni, destini avversi ed altro siano soltanto delle scuse per giustificare le proprie debolezze, e crederci è un chiaro segno di insicurezza. A loro consiglio di non perdermi mai, per nessun motivo…..

Domanda: Perdermi mai?? Non capisco….
Risposta: Capirai, capirai….

Domanda: D’accordo, cosa ne pensi di Barry Bonds? E’ secondo te il giocatore più forte di tutti i tempi?
Risposta: Paragonare tra loro giocatori o prestazioni sportive così lontane negli anni non è facile e sinceramente non lo trovo giusto: penso che Bonds sia il giocatore più forte in assoluto dei tempi moderni, ma prova a pensare se Babe Ruth avesse avuto a disposizione le attrezzature od un programma di alimentazione così specifico come quello di oggi…..

Domanda: Al di fuori di tre o quattro squadre, sembra ci sia un livellamento verso il basso: colpa della crisi economica?
Risposta: Effettivamente quest’anno solo poche squadre hanno comprato giocatori importanti, per cui il divario tra forti e deboli è ulteriormente aumentato. La crisi economica è sicuramente un fattore per cui i proprietari delle franchigie non hanno più le risorse di un tempo, ma il mercato gira continuamente, per cui tra qualche anno non mi stupirei se le World Series saranno giocate da Tampa Bay e Milwaukee!

Domanda: Di cosa la gente oggi ha più bisogno?
Risposta: Di me!

Domanda: Scusa ??
Risposta: Si, di me….

Domanda: Un' ultima cosa: riusciremo mai a vivere in un mondo dove i bambini non sono molestati, le donne violentate e gli uomini non si uccidono per il denaro?
Risposta: Succederà, abbi fede in me….

Grazie ancora per aver partecipato a questa intervista, mi auguro con tutto il cuore che tu possa tornare presto a trovarci.

Grazie a te ed a tutti gli appassionati di baseball: ricordati che io sarò vicina a tutti quelli che hanno paura di perdermi….

Ehi, un momento, ma non mi hai detto ancora il tuo nome!

Hai ragione, ma pensavo che l’avessi capito: io sono…..la Speranza.





Informazioni su Francesco Paolo Falanga 83 Articoli
Sposato dal 1999 con Ester, Paolo ha due maschietti, Federico di 2 anni (lanciatore destro!) e Carlo di un anno (battitore mancino!), che spera prendano la sua stessa passione per il baseball.Commercialista di professione, adora la sua famiglia e la casa con le quali passa tutto il tempo possibile.Come hobby ha la televisione (è un divoratore di eventi sportivi in TV), internet e viaggi, ha passato molto tempo negli Stati Uniti dove ha avuto la fortuna di visitare molti stadi di baseball e di vivere da vicino l'educazione sportiva degli americani.Ha collaborato saltuariamente con qualche rivista in America ed è un grande tifoso dei San Francisco Giants. (Spera di rendersi utile al sito cercando di trasmettere quelle stesse emozioni che prova ancora oggi nel vedere una partita del 'meraviglioso gioco del baseball'....

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.