Josh Hamilton (Tampa Bay) sospeso per tutto il 2004

I test anti-doping hanno dato esito positivo in 4 occasioni – Dopo una prima sospensione di 30 giorni è giunta la squalifica di 1 anno – Potrà riprendere solo agli inizi dello spring-training 2005

Josh Hamilton, ventiduenne esterno dei Tampa Bay Devil Rays, è stato sospeso dall’attività agonistica per l’intera stagione 2004 dalla Major League per aver violato l’attuale normativa in vigore sul doping. E’ stato l’ufficio del Commissioner a darne recentemente comunicazione sottolineando che il giocatore non potrà essere riammesso fino allo spring-training 2005.
A metà febbraio, Hamilton aveva già ricevuto una sospensione di 30 giorni ed una pesante sanzione pecuniaria (circa 25.000 dollari) a conferma che il giocatore era stato trovato positivo almeno due volte, in base al programma antidoping attuato dalla MLB. La sua riammissione era stata inizialmente prevista per il 19 marzo ma i due ulteriori test eseguiti hanno dato esito positivo ed è quindi scattata automaticamente la squalifica di un anno.
Anche se Hamilton non aveva ancora mai giocato nelle leghe maggiori, gli sono state comunque applicate le nuove procedure di disciplina in materia, poiché era stato inserito dai Tampa Bay Devil Rays nel ’40-man roster” con la possibilità di un ingaggio per un anno.
L’esterno aveva saltato il campionato scorso a causa di ‘problemi personali”, negando che la sua assenza era legata all’assunzione di droghe, ma aveva poi partecipato verso la fine della stagione ad alcuni allenamenti con Durham in triplo A.
Prima scelta assoluta nei draft del 1999, davanti al lanciatore Josh Beckett, era considerato dagli scout un vero e proprio talento al pari degli esterni Carl Crawford e Rocco Baldelli. Nel 2002, Hamilton aveva giocato per Orlando (in doppio A) da cui per ben 2 volte si era allontanato misteriosamente senza dare precise spiegazioni.
La Major League Baseball non ha fornito finora alcuna indicazioni sul tipo di trattamento a cui potrebbe sottoporsi Hamilton o se il giocatore sceglierà una riabilitazione clinica nella sua casa della Carolina del Nord.

Informazioni su Filippo Fantasia 673 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.