Cuba apre vincendo: 6-3

I Campioni del Mondo regolano Taiwan dopo una partenza sofferta

Si é aperto in una splendida cornice di pubblico allo stadio “Latinoamericano” de L'Avana il 35esimo Mondiale di baseball.
Dopo una cerimonia d'apertura (come spesso accade a queste latitudini) piuttosto celebrativa, il torneo si é aperto con la sfida trai Campioni del Mondo in carica di Cuba e la giovane compagine di Cina Taipei.

I cinesi hanno aggredito subito il lanciatore numero uno dei caraibici Norge Vera, mettendo grande pressione alla seconda ripresa. A basi piene, una radente del prima base Lin Chih Sheng é stata trasformata in un out forzato in seconda da un vero prodigio dell'interbase cubano Eduardo Paret.
Di fatto é stata la svolta della gara. Taiwan ha chiuso segnando 2 punti, ma Vera ha evitato il tracollo.

Al terzo ci ha pensato lo stesso Paret in battuta a dare il lá alla rimonta con un doppio. Lo ha seguito Michel Enriquez con un altro doppio, che é costato la sostituzione al partente cinese Tsai Ying Feng. L'inning si é chiuso sul 3-2 per Cuba, che ha aggiunto altri 3 punti al quinto e messo al sicuro il risultato.

I cinesi hanno provato a rimontare fino alla fine, ma l'imperforabile difesa cubana ha assistito il 'closer' Pedro Lazo con una gran presa del seconda base Gourriel e un formidabile tiro a casa base dell'esterno sinistro Cepeda che ha chiuso l'incontro.

Alle 20 di Cuba (le 2 della mattina in Italia) si gioca anche nel girone di Santiago e Holguin. Scnedono in campo Giappone-Olanda e Messico-Stati Uniti

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.