L'ultimo turno scioglierà il dubbio degli accoppiamenti.

Va in scena l'ultimo week end di regular season. A Modena e Grosseto si incontrano le magnifiche quattro in incontri che decideranno la griglia playoff. Ad Anzio si gioca il derby tirrenico.

Ultima giornata di regular season del campionato di serie A1 che i suoi i verdetti più importanti li ha già emessi sette giorni fa’: Gb Ricambi Modena, Italeri Bologna, La Gardenia Grosseto, Telemarket Rimini (in rigoroso ordine alfabetico) sono qualificate per i play offs, Faliero & Sarti Firenze e Palfinger Reggio Emilia retrocedono in serie A2. Qualcosa, comunque, ancora da dire questo turno lo ha mantenuto.
L’ultima giornata che, curiosamente, mette di fronte proprio le prime quattro della classifica servirà per decidere gli accoppiamenti delle semi finali playoffs. L’ Italeri Bologna è irraggiungibile al 1° posto e quindi è sicura di giocare in casa le prime due gare di post season, chi sarà il suo avversario si saprà soltanto alla fine del trittico. I felsinei gradirebbero una riproposizione tra sette giorni del derby emiliano. Per centrare questo obbiettivo l’Italeri deve battere almeno due volte la Gb Ricambi e relegarla al quarto posto. Il team bolognesi arriva a questa sfida reduce dal primo week end perso del campionato, ed a questo risultato i detrattori della ‘Mazzotti Band” si aggrappano per dare la Fortitudo in parabola calante. Tra i bolognesi sarà tenuto a riposo precauzionale Sheldon, mentre dovrebbe restare invariata la rotazione Heredia-Newman-Cretis anche se è ipotizzabile una riduzione delle riprese lanciate per i tre starter. Il Gb Ricambi è, al contrario, una squadra caldissima con una striscia vincente che dura da quindici partite e che gli uomini di Paglioli vogliono allungare. I canarini godono di ottima salute ed anche contro i bolognesi schiereranno la rotazione composta da Ventura-Nava-Toriaco con Lucena rilievo.
Altro scontro diretto in chiave playoff quello in programma a Grosseto tra i locali e la Telemarket Rimini due squadre che stanno attraversando un ottimo periodo e che fanno intendere non faranno pretattica e non lasceranno nulla di intentato per superare l’avversario. Il Bbc La Gardenia Grosseto è reduce da 13 vittorie negli ultimi 15 incontri e sette giorni fa’ ha estromesso nella sfida diretta il Nettuno. La formazione di Pedro Medina è ancora alle prese con gli infortuni importanti di Gasparri e Riccardo De Santis, mentre il fratello Andrea è squalificato per gara 1, ma le difficoltà sembrano esaltare i maremmani. Novità del trittico il ritorno di Rob Corraro che potrebbe essere il partente di gara 3, mentre Lopez e Luciani avranno in mano la palla nelle prime due sfide. La Telemarket Rimini è la squadra che ha vinto di più nel girone di ritorno (20-4 il record per i boys di Mike Romano) ed è la bestia nera dei grossetani. Allo Jannella saranno grandi sfide per ben posizionarsi in classifica e nel caso che la sfida si riproponga la prossima settimana, avere il vantaggio del campo. I riminesi sono in grande condizione con il bomber Mario Chiarini, giustiziere di Julian Heredia venerdì sera, che in questo torneo ha compiuto il salto di qualità atteso e ‘Sua Maestà” Roberto Cabalisti, leader in media Pgl con 2.18, che fiutando l’aria dei playoff continua a rinnovare il patto con il diavolo ed ha già iniziato ad oliare il braccio bionico in vistà delle sfide decisive. Rotazione pitcher confermata con Sanchez-Patrone-Cabalisti.
Tra le altre sfide spicca il derby tirrenico tra Caffè Danesi e Colavita Anzio. I nettunesi esclusi dai playoff, fatto che non accadeva dal 1992 forse, se avessero potuto, avrebbero evitato di scendere in campo questa settimana, ma il derby è il derby e quindi ci sarà l’occasione per chiudere bene questo infausto torneo. Di contro il Colavita Anzio, a salvezza sicura, vuole sfatare la ‘maledizione del Reatini” , infatti, il campo di Anzio non ha mai visto i locali prevalere nel derby. L’occasione potrebbe essere quella giusta con Sangilbert che vuole conquistare il titolo di mister K per la terza volta.
A Reggio Emilia sfida tra due deluse. Il Cantine Ceci ha mancato anche quest’anno, nonostante un Olemberger in più, l’accesso alla post season, ed i processi nella città ducale si sono già aperti. La neo promossa Palfinger Reggio Emilia torna dopo un solo torneo nella serie cadetta, nonostante il campionato fosse iniziato nel modo migliore con le due vittorie sul Grosseto. Infortuni, sfortuna ed una rosa ristretta, purtroppo, hanno condizionato il torneo della formazione di Gerali. Al campo di Seravalle , invece, si festeggia la permanenza nella massima serie della T & A San Marino che ha l’occasione di raggiungere il Parma e conquistare il sesto posto, miglior piazzamento storico per la squadra del Titano. Di fronte Martignoni e compagni avranno la Faliero & Sarti Firenze, retrocessa da qualche settimana, già proiettata verso il prossimo torneo.
Godiamoci questo trittico, quindi, in attesa del fuoco e fiamme che ci riserveranno i prossimi week end delle Italian Series.

Informazioni su Gianni Vellutini 270 Articoli
Nato a Grosseto il 5.3.1965. Laureato in scienze politiche è funzionario comunale. Appassionato di baseball sin dai tempi del mitico John Self, ha iniziato a giocare nei ragazzi del Bbc nel 1972. Nella società biancorossa ha fatto tutta la trafila delle squadre giovanili sino al titolo di campione d’Italia P.O. nel 1982. Lasciato il baseball giocato è stato tesserato, come tecnico, per le società Acquile Rosse e Airone Baseball. Giornalista pubblicista dal 1989, attualmente, oltre che su Baseball.it, scrive di baseball sul quotidiano La Nazione dopo aver collaborato per diversi anni con la redazione grossetana de Il Tirreno. E'stato addetto stampa del Bbc Grosseto nella stagione 1995 ed addetto stampa della Pallavolo Grosseto dal 1989 al 1997. Ha seguito, come inviato di Baseball.it, lo stage in Sicilia delle nazionali di Faraone e Montanini, quindi il I° Campionato Mondiale Universitario di Baseball, svoltosi a Messina dal 1-11 agosto 2002, dove è stato anche lo speaker ufficiale della manifestazione insieme a Giancarlo Mangini. Nel 2004 ha seguito il Trofeo Civelli per nazionali juniores in Friuli Venezia Giulia.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.