Non sarà decisivo però …

Il Cus Ceci si gioca le ultime possibilità di agganciare i Play Off?

Non è detto che sarà un fine settimana decisivo, ma di certo propone sfide piuttosto interessanti.
A Parma sale l'Italeri Bologna, contro la quale il Cus Ceci tenterà l'impresa che quest'anno non è riuscita a nessuno: vincere (almeno) 2 partite. Parma infatti è 3 gare sotto Rimini e Grosseto, una sotto Modena. Per continuare a coltivare speranze di partecipare alla 'post season' non può permettersi di perdere la serie.
Come al solito, tra il dire e il fare c'è di mezzo il classico mare. Parma appare in crescita, ma è tutto da verificare se questo basterà contro una corazzata come quella di Mazzotti. La forza del Cus a Nettuno è stata il monte di lancio, ma il line up della Fortitudo è molto meno facile da digerire per un lanciatore rispetto a quello del Nettuno.
Comunque vada, a Parma sembra garantito lo spettacolo.

Chi dal fine settimana dovrebbe uscire rafforzato nella sua posizione di aspirante ai 'play off' è la Telemarket Rimini, che ha di fronte una Faliero Sarti Firenze con un piede in A2. I romagnoli rafforzano inoltre per l'occasione il line up con l'arrivo di Rivera e possono davvero guardare al fine settimana come ad un trampolino di lancio.
Diverso è il discorso per La Gardenia Grosseto, che viaggia fino ad Anzio per affrontare una Colavita che è in piena serie negativa ma non ha intenzione di scherzare col fuoco più di tanto. Quattro gare di vantaggio sul penultimo posto non sono poche, ma con lo scontro diretto con la Reggiana ad incombere, meglio mantenere questo divario. A lume di naso, senza Richetti e Sanna, all'Anzio serve un mezzo miracolo per vincere almeno una gara. Potrà darglielo Sangilbert contro Lopez venerdì sera o l'attacco, se saprà mettere a nudo i limiti numerici del monte grossetano sabato.
Anche la GB Ricambi Modena punta a guadagnare terreno nel derby emiliano con la Palfinger Reggio Emilia, da parte sua alla ricerca di un successo che varrebbe tanto oro quanto pesa. I reggiani hanno un buon monte italiano nelle gare del sabato, ma per battere un nove solido come quello di Paglioli devono fare meglio del loro standard in difesa.

Con qualche preoccupazione all'andamento della lotta per i 'play off' guarda la Danesi Nettuno, apparsa un po' molle contro il Parma una settimana fa e alle prese con una trasferta a San Marino contro la combattiva T&A. Montanè, Martignoni e Horn sono 3 partenti difficili da affrontare per tutti e il fine settimana per la Danesi, che potrebbe essere priva di Schiavetti, una delle mazze migliori, non si annuncia troppo tranquillo.

In conclusione, le serie di questo week end sembrano fatte apposta per preparare il fine settimana di Ferragosto e gli scontri diretti che lo caratterizzeranno.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.