“Condivido le lettera di Franzini e …”

Pubblichiamo integralmente una lettera inviataci da una nostra lettrice.

Ho appena letto la mail del sig. Franzini e ne condivido in pieno il contenuto e l'amarezza.
Purtroppo è vero che il baseball in Italia sta morendo e che molti se ne sono resi conto, ma la cosa più grave è che, a mio avviso, a provocarne la morte sono proprio quelli che non lo praticano: dirigenti che fanno politica e faccendieri vari, arbitri e vertici federali.
Mi chiamo Meri Leoni, ho 52 anni, sono la moglie di un tecnico federale di terzi livello e madre di due atleti tesserati, amo con estrema passione questo sport da quasi trent'anni ed ho visto tanto baseball giocato si campi di tutta Italia e del mondo.
Vivendo in questo ambiente ho sentito parlare mille volte dei problemi del batti e corri italiano, primo fra tutti quello degli arbitri, e qual'è il risultato?
Che, escludendo la serie A, ci ritroviamo in campo arbitri la cui unica dote è l'arroganza e con i quali un manager non può neppure scambiare una parola, pena l'espulsione e che commettono errori così clamorosi da scatenare le ire di giocatori e pubblico; in serie C il problema non è solo l'assenza di arbitri federali ma anche la loro presenza.
Capita così di vederne uno ai limiti della sobrietà che si sente male durante le fasi di gioco o un altro che, non più giovanissimo, fa fatica ad arrivare lucido alla fine della gara.
Il bello è che ci si sente rispondere che dobbiamo accontentarci di quello che c'è a disposizione e … se tanto mi da tanto…
Nella nostra città c'erano in attività fino allo scorso anno due giovani arbitri, poco più che adolescenti, che sono stati addestrati ad essere autorevoli ed arroganti, unici padroni delle sorti delle squadre e che erano chiamati negli incontri di attività giovanile; la loro inesperienza li ha, ovviamente, portati a commettere errori macroscopici.
Ho sempre sentito dire che i piccoli devono imparare anche dagli arbitri, se sono capaci, ma di fronte a tanti errori è impossibile ed il piccolo atleta resta disorientato.
Alle giustificate proteste del manager, nelle finali regionali, non hanno potuto far altro che espellerlo e fargli comminare, in base ai loro AUTOREVOLI referti, ben nove – dico nove – giornate di squalifica.
Il manager in questione è mio marito che lavora sui campi di baseball da vent'anni, dopo essere stato giocatore, e che si è visto invalidare lunghe stagioni passate ad istruire dei vivaci ragazzini sulle tecniche e lo spirito di questo gioco.
Non mi si dica che sono di parte perché proprio ieri leggevo le notizie di baseball.it relative alla mano pesante del giudice sportivo nei confronti del giocatore Russell Meacham del Grosseto e le tre giornate inflittegli sono state definite “forte squalifica dovuta a ripetute proteste e comportamento irriguardoso nei confronti dell'arbitro”. Nove giornate per proteste per difendere una squadra di ragazzini, allora, mi sembrano proprio una vera enormità ed una presa in giro se paragonate ai due mesi di squalifica inflitti, la scorsa stagione, ad un giocatore di serie A per doping e da scontare a stagione finita.
Credo che anche la “giustizia” sportiva sia uno dei problemi del baseball oltre alla mancanza di campi di gioco per ragazzi, alla mancanza di tecnici sempre meno incentivati dalla federazione ad un lavoro duro e quasi mai gratificante, alla scarsa diffusione attreverso i media e via dicendo.
Qualcuno ha notato che sono sempre gli stessi super tecnici dei team di serie A e super arbitri che partecipano ai vari stages di formazione a Cuba o negli USA.
Forse permettendo a tecnici ed arbitri più giovani ed inesperti di avvicinarsi al grande baseball per imparare qualcosa di più avremo dei giovani piùmotivati ed entusiasti da far lavorare per la crescita del nostro baseball.
Nuovo presidente, nuovi campionati, vecchi problemi -dice il sig. Franzini.
Un personaggio politico delle mie parti, che gravita intorno al mondo del baseball, minaccia di costruire al posto del campo di gioco un parcheggio o un poligono di tiro. Chissà che non sia la soluzione?

Meri Leoni

Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.