Molti dubbi in casa Telemarket

Per la rivincita scudetto con la Danesi Nettuno, difficile il recupero di Crociati e Moceri. Probabile esordio stagionale in campo esterno per Chiarini. Cabalisti torna partente.

E' una Telemarket con diversi punti interrogativi quella che si appresta a ricevere la visita della Danesi Nettuno in quella che ormai da cinque stagioni consecutive rappresenta una sorta di mini-rivincita scudetto per l'una o per l'altra squadra. Coach Mike Romano scioglierà infatti all'ultimo momento le riserve circa l'impiego di Filippo Crociati e Joe Moceri. L'esterno riminese, assente a Parma per smaltire un guaio muscolare, si sta allenando regolarmente da qualche giorno ma senza forzare gli scatti. Se il responso dello staff medico sarà negativo, Crociati dovrà dunque rimanere ancora fermo ai box e al suo posto all'esterno centro sarà confermato Taddonio. Moceri, anche lui assente all'Europeo, sta invece curando un'infiammazione al ginocchio e al momento ci sono poche chance di vederlo sul monte in gara-tre dove sarà pertanto confermato partente Sandy Patrone (cugino del Carlos nettunese). La rotazione sarà completata da Tonkin in gara-uno (da stabilire se Martin Sanchez, con poco allenamento nelle braccia, potrà dare il suo apporto per qualche ripresa) e Roberto Cabalisti, che tornerà a lanciare dal primo inning nella pomeridiana di sabato, con Bartolucci, Bazzarini e Ceccaroli pronti nelle vesti di rilievo. L'ultimo dubbio riguarda Mario Chiarini, rientrato in pianta stabile nel line-up e che potrebbe fare il suo esordio stagionale difensivo all'esterno destro. Come la Danesi Nettuno senza Ozuna, anche la Telemarket sarà priva di uno straniero, visto che come già anticipato, Malavè è tornato in Venezuela mentre il neo-acquisto Dave Nilsson sarà disponibile solo dalla prossima settimana.

Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.