Italeri ancora imbattuta: 12-2 (8°) in g2 alla Faliero Sarti

Quattro inning di equilibrio fra Newman e Ghesini, poi i Bolognesi prendono il largo

Continua il percorso netto dell'Italeri, vincente a Firenze anche in garadue con un punteggio, 12-2, onestamente molto penalizzante per la formazione di Martinez. La partita arriva infatti in perfetto equilibrio, sullo zero a zero, fino al quarto inning, con Ghesini da una parte e Newman dall'altra a concedere ben poco agli attacchi avversari.
I Bolognesi sbloccano con una folata al quinto inning, aperto da un singolo di Fontana, poi in seconda su sacrificio di Dall'Olio, Rigoli è colpito e Dallospedale eliminato al volo su una secca linea da Osella, schierato a difendere la terza dopo l'infortunio di ieri sera a Simone Neri. La base ball a Liverziani riempie le basi e tocca proprio a Nilson Antigua la zampata dell'ex, sotto forma di un singolo che porta a casa due punti. Su valida di Frignani segna anche Liverziani.
La reazione della Faliero Sarti è immediata: Gentilini spara un lungo homer a sinistra per l’1 a 3.
Al settimo Ghesini deve concedere altri tre punti, nessuno dei quali guadagnati su di lui: base a Rigoli in apertura e sacrificio di Dallospedale; Liverziani è al volo da Cortini, ma sulla successiva battuta di Antigua (ancora lui!) la difesa biancorossa commette i due errori, inframezzati dal triplo di Frignani, che portano la squadra di Mazzotti a condurre per 6 a 1.
Newman continua la sua prova molto positiva, aiutato da aklcuni numeri difensivi dei suoi, mentre Ghesini, visibilmente stanco, tenta di portare il più avanti possibile l’incontro per risparmiare il bullpen, ma è toccato duro dalla prima parte del lineup e deve scendere, sostituito da Lenzerini, il quale non riesce, però ad evitare il big inning da sei punti che mette praticamente fine all’incontro. Nel suo ottavo attacco, infatti, su Corradini, la Faliero Sarti non va oltre la segnatura di un solo punto, che non impedisce la chiusura anticipata della gara.
L’Italeri conferma la forma di un attacco capace di andare in doppia cifra contro chiunque, dotato anche della pazienza e dell’opportunismo di chi sa attendere e sfruttare il minimo cedimento avversario.
Dall’altra parte la Fiorentina continua a evidenziare il tallone d’Achille messo in mostra fin qui: una difesa eccessivamente fallosa che penalizza quanto di buono comunque mostrato da un monte di qualità, anche se eccessivamente corto, e un attacco giovane ed esperto insieme, dotato di notevole potenza, che è una solida garanzia per il futuro.

Informazioni su Marco Landi 136 Articoli
Nato a Bologna nel 1965, è sposato con Barbara e papà di Riccardo (31/12/96, batte destro e tira mancino) e lavora da sempre nell'ambito della comunicazione.Dal 1993 al 2004 alla Master Key Bologna, agenzia di consulenza in comunicazione, con competenze specifiche inerenti l'area below-the-line, sponsoring e sales promotion in particolare, e i servizi per l'ufficio stampa.Nel 1991-92 è Coordinatore responsabile della Lega Baseball Serie A, di cui gestisce l'attivita di back office e di comunicazione.Dal 1988 al 1991 è Responsabile marketing e comunicazione della Fortitudo Baseball è stato membro del C.O.L. Bologna per i Mondiali di Baseball Italia '88.In questi anni svolge il lavoro di coordinamento nella redazione dei periodici Fuoricampo e Baseball Magazine.Nel 2002 rientra in Fortitudo e dal 2004 è marketing professional per la Federazione Italiana Baseball Softball. Lettore onnivoro, predilige tematiche di aggiornamento per la propria professionalita, ama il fantasy e colleziona fumetti.Ascolta hard rock in tutte le sue forme.Tenta disperatamente, con il poco tempo a disposizione, di abbassare il suo handicap di golfista, ma questa e un'altra storia...

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.