La Gardenia Grosseto di forza sulla GB Ricambi Modena

Un'ottima prestazione sul monte di De Santis ed una prestazione corale in attacco annullano i modenesi

Al La Gardenia Grosseto è andato tutto bene ed alla GB Ricambi Modena è andato tutto male.
Questa in sintesi la partita di oggi pomeriggio allo stadio Janella di Grosseto, che ha visto prevalere i grossetani per manifesta inferiorità alla settima ripresa sul punteggio di 11-0.
Riccardo De Santis ha dominato le mazze modenesi, mostrando una dritta ed una curva veloci ed efficaci su cui poco o nulla hanno potuto battitori di valore come Munoz, Canate e Rosado.
Sull’altro versante un altro promettente lanciatore italiano, Matteo Nava, ha passato un pomeriggio sconfortante: autore di una prestazione a dir poco opaca ma non assistita dalla fortuna e neanche dalla difesa.
Parte subito forte il La Gardenia Grosseto che segna 4 punti al primo inning, mettendo Hecker in prima su base per ball e in seconda su un tentativo di pick-off sbagliato. Greg Martinez esegue un perfetto bunt sulla linea di foul di sinistra e porta il corridore in terza. Palla mancata da Malagoli che fa arrivare a casa base Hecker e in terza Martinez. Puntuale (e un po’ fortunoso) singolo di Ramos e Martinez segna il 2-0. Steven Rodriguez esplode poi un doppio contro la recinzione tra sinistra e centro per il 3-0 di Ramos. Rodriguez arriva poi in terza sulla pessima assistenza dell’esterno sinistro e a casa su una valida in texas di Gasparri.
Torna a segnare Grosseto al terzo con Gasparri in base con un altro pop che cade dietro gli interni modenesi ed una valida a destra di Bischeri. Ancora punti al quarto per i bianco-rossi con singolo di Martinez che corre velocissimo a casa sul doppio di Ramos e che a sua volta segna sul fuoricampo di Steven Rodriguez. Da raccontare poi il sesto attacco del Grosseto che raccoglie, contro il rilievo Cremaschi, gli ultimi punti necessari per la manifesta inferiorità con un doppio di Gasparri ed un singolo di Sgnaolin.
Assolutamente nullo l’attacco dei giallo blu che ha raccolto in sette attacchi la miseria di tre valide e può recriminare solo su una linea di Munoz che ha portato ad un doppio gioco difensivo di Bindi peraltro autore di un'ottima presa.
L’ottima cerniera difensiva Sgnaolin – Bindi e la grande autorità sul monte hanno fatto il resto non permettendo ai modenesi neppure di toccare la seconda base.

Avatar
Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento