La strana storia di Dan Serafini

Da numero uno al draft a giramondo in cerca di contratto

Quest'anno potrei anche giocare gratis, a patto di farlo negli Stati Uniti. Così Dan Serafini, lanciatore mancino di 28 anni, ha commentato il suo anno in cerca di un contratto in giro per il mondo.

Serafini è uno di quei casi da studiare.
Indirizzato verso la gloria a soli 18 anni, quando i Twins fecero di lui la prima scelta nel 'draft' di giugno, non ha mai sfondato nelle Majors.
Sotto contratto con gli Angels, nel 2002 è stato tagliato all'ultimo giorno di Spring Training. E qui inizia il bello:
Dopo un paio di mesi di riposo sono andato in Corea. Ho superato tutti i provini e ho firmato un contratto. Però mi hanno licenziato. Ero stato sul roster di Major nel 2001 e per giocare in Corea bisogna essere fuori dalle Major da almeno 2 anni.
Da un paese dell'Estremo Oriente ad un altro: Il mio procuratore mi ha fissato un provino a Taiwan. Anche qui l'ho superato e ho firmato. Ma dopo 2 settimane mi hanno mandato a casa: il loro catcher era stato squalificato e dovevano prendere uno straniero al suo posto.
Le cose più interessanti Serafini le dice sulla vita a Taiwan: Posto stranissimo. Ero praticamente in mezzo alla foresta, con nessuno che parla inglese e nessun mezzo di trasporto a parte le mie gambe. Sia ben chiaro, la squadra era forte e i compagni fantastici, ma è stato davvero uno shock culturale.
Soprattutto il cibo: Mangiare il loro cibo è un'esperienza. Una volta mi hanno portato un pesce enorme con denti più grossi delle mie dita. Tutti mangiavano con i bastoncini. Ma io non posso mangiare una cosa che mi guarda dritta negli occhi e ha quei denti.
Un'altra volta ci hanno portato delle uova. Sembravano uova sode, ma appena ho aperto il guscio ho trovato un pulcino. Ovviamente l'ho richiusa.
Per non parlare dei brindisi. La prima sera mi avranno fatto bere 15 birre, a forza di brindare con qualcuno
.

Serafini si è trovato un lavoro per l'estate e ha giocato a Culiacan in Messico quest'inverno. Oggi ha un contratto con i Cardinals, che sperano diventi il…Simontacchi del 2003.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.