I Marlins soffiano Rodriguez agli Orioles

Imprevedibile conclusione della vicenda del fortissimo catcher, che resterà nella sua Miami. Gli Orioles: “Di più non potevamo offrire”

Fate conto che ieri non sia stato scritto nulla e concentratevi su oggi.
Ivan Rodriguez detto 'Pudge', il super catcher lo scorso anno ai Texas Rangers, giocherà nel 2003 per i Florida Marlins.
La notizia ha provocato reazioni esaltate a Miami e depressione a Baltimora, dove appariva scontato Pudge avrebbe giocato.
Io lo avrei visto molto bene in American League ha detto il vice presidente degli Orioles Jim Beattie Poteva giocare designato quando non riceveva. Ma lui ha scelto Miami, che è la sua città di residenza. Io ero pronto ad offrirgli un contratto triennale, ma lui cercava un accordo di un anno. Sinceramente, mi dispiace. Ma ho offerto quello che potevo. Sarei più dispiaciuto se avessi pagato una cifra che non potevo permettermi.

Freddini i commenti del manager dei Rangers, l'ultima squadra di 'Pudge', Buck Showalter: Gli auguro le migliori fortune, ma noi siamo contenti della rosa che abbiamo.

Rodriguez ha firmato per i Marlins un contratto di un anno del valore di 10 milioni di dollari e sarà svincolato a fine stagione. Florida non potrà cederlo durante il campionato 2003.

Per avere Rodriguez i Marlins hanno fatto uno sforzo speciale, aumentando il monte stipendi, che era stato fissato a 48 milioni di dollari.
E' una grande opportunità per noi ha detto il proprietario della squadra Per questo ho deciso di fare uno sforzo in più.
Pudge guadagnerà 3 milioni di dollari nel 2003, mentre gli altri 7 gli verranno dilazionati in 3 anni.
Sono contento di essere qui ha detto Rodriguez in una conferenza stampa Sono a casa mia e giocherò in una squadra giovane e che mi piace. Darò il massimo per aiutare i lanciatori più giovani a rendere secondo le loro possibilità.

I meno contenti dell'arrivo di colui che è ritenuto il miglior catcher difensivo di sempre sono Mike Redmond e Ramon Castro, i 2 ricevitori già in rosa per i Marlins. Uno di loro, a questo punto, verrà quasi sicuramente ceduto.

Dal mercato arriva infine notizia di un altra novità nel parco lanciatori degli Atlanta Braves. Si tratta del veterano Roberto Hernandez, 38 anni, che lo scorso anno ha ricoperto il ruolo del 'closer' per i Royals.
Ad Atlanta Hernandez lavorerà sicuramente come set up davanti a Smoltz.
Ad Hernandez vanno 600.000 dollari garantiti e 400.000 in incentivi.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.