E' Dusty Baker il nuovo manager dei Cubs

L'ex guida dei Giants ha firmato un contratto di 4 anni con la dirigenza di Chicago

La notizia era nell’aria già da giorni, ma solo ieri è stata ufficializzata. Dusty Baker, tre volte manager dell’anno nella National League, è la nuova guida dei Cubs; dopo alcuni giorni di trattative, la squadra e il tecnico si sono accordati su un contratto di 4 anni del valore compreso tra 4 e 16 milioni di dollari. Baker, reduce da una stagione in cui ha portato i Giants fino alle World Series, diventa così il manager più pagato delle Majors dopo Joe Torre.
Anche i Mariners, rimasti l’ultima squadra con il ruolo di manager ancora vacante, hanno annunciato ieri chi sarà la loro guida per il 2003. Si tratta di Bob Melvin, ex bench coach dei Diamondbacks, che ha firmato un contratto di due anni con Seattle; Melvin è l’ennesimo ex catcher ad intraprendere la carriera di manager.
Nel frattempo, i Giants ieri hanno presentato ufficialmente il loro nuovo manager, Felipe Alou, con una conferenza stampa.
Sempre sul fronte manageriale, Rick Dauer e Dave Nelson sono stati scelti dal nuovo manager Ned Yost come nuovi coach sulle basi per i Brewers; inoltre, ieri l’ex grande dei Padres Tony Gwynn ha tenuto il suo primo allenamento ufficiale come coach dell’università di San Diego State.

Dopo 3 sconfitte di fila, seconda vittoria consecutiva per la selezione di giocatori di Major League impegnati in un tour di esibizioni in Giappone. Barry Bonds ha battuto a casa un punto con un doppio nel quarto inning, mentre Randy Wolf ha concesso solo un punto in 6 riprese, e gli statunitensi hanno vinto per 4-0 gara 5 della serie di 7 partite nella terra del Sol Levante. Il doppio di Bonds ha aperto le segnature, permettendo a Paul LoDuca di attraversare il piatto, poi nel quinto gli americani si sono portati sul 3-0 grazie al fuoricampo da un punto di Junior Spivey, su lancio del partente Shugo Fujii, e al doppio di Ichiro Suzuki, che ha portato a casa David Eckstein. Wolf aveva concesso 3 punti in 3 inning e un terzo nella sconfitta americana di domenica, ma ieri l’unica valida ai suoi danni è stata quella di Hiroki Kokubo nel secondo inning; il futuro major leaguer Hideki Matsui nella gara di ieri non ha battuto valide in due turni, ottenendo però una base-ball.

I Mets hanno offerto un contratto da tre anni per circa 31 milioni di dollari al lanciatore free-agent Tom Glavine, mentre i Padres hanno ceduto ai Tigers l’esterno Eugene Kingsale in cambio del catcher Mike Rivera.
Sapendo di poter perdere il seconda base Jeff Kent, che è free-agent, i Giants hanno preso contatti con l’agente del pari ruolo Ray Durham; i Twins hanno invece ceduto i lanciatori Gerard Oakes e Matt Yeatman ai Brewers in cambio del catcher Javier Valentin e del lanciatore Matt Kinney.
Invece, Roosvelt Brown, ex esterno dei Cubs, giocherà il prossimo anno in Giappone, per gli Orix Blue Wave.

I Cardinals hanno firmato un accordo che prevede un finanziamento pubblico per un nuovo stadio a St.Louis.
Nel frattempo, un giudice federale ha deciso che la questione tra gli ex proprietari di minoranza degli Expos e quello di maggioranzaJeffrey Loria non sarà decisa da una corte federale ma da un arbitrato

Infine, nella speranza di interrompere ‘the Curse of the Bambino”, cioè la maledizione legata a Babe Ruth che i tifosi dei Red Sox ritengono colpevole degli insuccessi della squadra negli ultimi anni, un ricercatore sottomarino ha iniziato la ricerca del pianoforte di Ruth, che pare il campione abbia gettato in profondità nel ‘Willis Pond” nella offseason dopo la stagione 1918, ultimo anno in cui Boston riuscì a vincere il titolo.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.