I Twins forzano gli A's alla bella

Riscoprendo dopo l’ultima sconfitta tutto il vantaggio di giocare nel loro Metrodome, i Twins si sono aggiudicati con un perentorio 11-2 gara 4 della serie, forzando alla bella gli A’s per decidere quale delle due

Riscoprendo dopo l’ultima sconfitta tutto il vantaggio di giocare nel loro Metrodome, i Twins si sono aggiudicati con un perentorio 11-2 gara 4 della serie, forzando alla bella gli A’s per decidere quale delle due formazioni dovrà affrontare gli Angels per il titolo dell’American League. Eric Milton sul monte ha concesso solo le briciole, 2 punti in 7 riprese lanciate e l’attacco di Minnesota ha capitalizzato al massimo una quarta ripresa in cui ai quasi 56mila spettatori (record) entusiasti sono stati concessi la bellezza di 7 punti di fila. Per Oakland, dopo il precedente con gli Yankees, si tratta di affrontare gara 5 per il secondo anno consecutivo. Nella sfida decisiva, si affronteranno il vincitore di gara 2 Mark Muelder e quello della partita di apertura Brad Radke.

Eppure per gli Athletics, che hanno dimostrato di trovarsi benone al Metrodome, le cose avevano preso la piega giusta per chiudere i conti, quando Miguel Tejada era riuscito a mettere a segno una bomba da 2 nel terzo inning. Ma da allora, Milton ha chiuso la porta all’attacco californiano. Già nella parte bassa per Minnesota è arrivato il tempo della riscossa e del pareggio, con un punto arrivato dalla mazza di Cristian Guzman e un altro da un doppio colpito da David Ortiz. Il quarto inning capolavoro per i Twins si è aperto con un singolo di Meintkiewicz. Un out dopo, Pierzynski ha raggiunto la prima con quattro ball a carico. Un chopper tra interbase e terza è arrivato da Luis Rivas: il lancio di Tejada verso l’hot corner, alto e impreciso, ha permesso ai Twins di segnare il primo punto della ripresa. Il disastro era solo all’inizio: Tim Hudson prima metteva a segno un lancio pazzo che portava a casa Pierzynski, poi colpiva Jaque Jones. Il tutto veniva completato da un’altra assistenza errata, questa volta a casa, del prima base Scott Hatteberg, che portava i Twins sul 5-2 con Rivas a segno. A nulla di buono portava ll cambio sul monte: Ted Lilly apriva concedendo la valida del sesto punto a Corey Koskie. Il settimo arrivava a causa di un altro lancio pazzo, prima che un doppio di Hunter ed un’altra valida di Meintkiewicz fissassero il punteggio sul 9-2. Ovvio pensare che al terzo out gli A’s fossero con la testa già allo spareggio di questa notte. Anche perché Milton, con 108 lanci in partita quasi tutti buoni, ha levato ogni speranza agli avversari, terminando la gara da vincente nella sua prima partenza di postseason. Il pitcher di Minnesota ha ritirato 7 battitori di fila tra il quarto ed il settimo e ha messo sulle basi più di un avversario solo in due occasioni. A completare la grande giornata dello staff per i Twins ci ha pensato Kyle Lohse, che ha lanciato senza subire danni gli ultimi due innings. Ben diverse le cifre dall’altra parte, con Tim Hudson rimasto in gara per soli 3 innings e 1/3, concedendo 7 punti (solo 2 a suo carico) e 5 valide. Ted Lilly non ha fatto molto meglio, con 4 punti in poco più di 3 riprese sul monte. A punteggio ormai ampiamente chiuso, Meintkiewicz si è tolto la soddisfazione di mettere a segno un fuoricampo da 2 punti, nel settimo inning. Gli 11 punti messi a segno dai Twins pareggiano il record della franchigia nel playoffs

MINNESOTA 0 0 2 7 0 0 2 0 X=11 (12bv 0e)
OAKLAND 0 0 2 0 0 0 0 0 0 = 2 (7bv 2e)

Note: Lanciatore vicente Eric Milton; lanciatore perdente Tim Hudson
Fuoricampo: Miguel Tejada (2p nel 3°), Doug Meintkiewicz (2p nel 7°)

Informazioni su Emiliano Raccagni 119 Articoli
26 anni, collaboratore baseball Usa

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.